Strage in Somalia: almeno 10 morti, ministro ferito

Attacco in Somalia/ Foto: Hassan Ali ELMI / AFP / Profimedia

Almeno dieci persone sono state uccise domenica in un attacco terroristico in un hotel vicino al palazzo presidenziale a Mogadiscio, la capitale della Somalia, ha detto lunedì la polizia.

Tra le vittime ci sono due persone con doppia cittadinanza somala-britannica, ha detto Mohamed Dahir della polizia somala. L'hotel è un popolare ritrovo per i funzionari governativi e il ministro della sicurezza interna della Somalia Ahmed Mohamed Dudishe è rimasto ferito nell'attacco, ha detto la polizia.

Il gruppo estremista al-Shabaab, che è legato ad al-Qaeda e controlla gran parte del Paese, ha rivendicato l'attacco, affermando in un comunicato alla sua stazione radio che il palazzo presidenziale era l'obiettivo dell'attacco.

L'attacco è avvenuto due giorni dopo che un'importante operazione dell'esercito somalo nel centro del paese ha ucciso almeno 100 membri di al-Shabaab, tra cui dieci leader, hanno detto le forze armate in un comunicato. La Somalia è in guerra da decenni, principalmente a causa di al-Shabaab.

Il presidente Hassan Sheikh Mohamud, eletto in carica all'inizio dell'anno, ha condotto un'offensiva militare contro il gruppo al-Shabaab. L'esercito somalo, con il sostegno di clan armati e civili, ha avuto successo negli ultimi mesi nella lotta contro al-Shabaab ed è riuscito a riconquistare parte del territorio.

Video del giorno