La Macedonia all'ONU ha votato “a favore” della Risoluzione su Srebrenica, l'Unione Democratica Bosniaca ha ringraziato Osmani per la co-sponsorship

La Macedonia ha votato "a favore" della risoluzione su Srebrenica all'Assemblea generale delle Nazioni Unite. La risoluzione, proposta da Germania e Ruanda, ha ricevuto il sostegno di una dozzina di altri paesi, comprese tutte le ex repubbliche jugoslave tranne la Serbia. La Macedonia è co-sponsor di questa risoluzione, che stabilisce che l'11 luglio sarà la Giornata internazionale della memoria del genocidio del 1995, quando furono uccisi ottomila musulmani bosniaci.

84 hanno votato a favore della risoluzione sul genocidio di Srebrenica, 19 contrari e 68 si sono astenuti.

Il Ministro degli Affari Esteri, Bujar Osmani, ha informato poco più di un mese fa che la Macedonia ha co-sponsorizzato la Risoluzione ONU intitolata “Giornata internazionale di riflessione e commemorazione del genocidio di Srebrenica nel 1995” e in cui si trova uno dei punti principali l'istituzione di una giornata per commemorare il massacro di Srebrenica, su 11 luglio di ogni anno.

Subito dopo ha reagito il presidente serbo Aleksandar Vucic, il quale in un'intervista televisiva a Pink ha affermato che la Macedonia è uno dei co-sponsor della risoluzione e che questa posizione della Macedonia si basa soprattutto "sulla decisione della leadership albanese in Paese".

"Ma non importa quale leadership abbia preso la decisione. Si tratta della Macedonia del Nord. Li "ringraziamo" per questo, probabilmente abbiamo meritato tutto quello che abbiamo fatto per l'amicizia con la Macedonia del Nord, ha detto allora Vucic.

L'Unione Democratica Bosniaca ha espresso la sua gratitudine al Governo e al Ministro degli Affari Esteri, Bujar Osmani, per il fatto che la Macedonia è uno dei paesi co-sponsor della Risoluzione su Srebrenica.

"L'Unione democratica bosniaca accoglie con favore l'adozione della risoluzione su Srebrenica durante la sessione delle Nazioni Unite. La risoluzione rappresenta il significativo simbolismo e la responsabilità morale della comunità internazionale nei confronti delle vittime del genocidio di Srebrenica nel luglio 1995. "L'adozione della Risoluzione è un'espressione di solidarietà con le famiglie delle vittime del genocidio di Srebrenica e può servire come base per ulteriori passi verso la giustizia, la riconciliazione e la costruzione della pace nella regione", si legge nell'annuncio.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno