Macedonia sulla mappa della mafia delle scommesse, nel Paese sono finiti 55 milioni di euro

Printscreen/milliyet.com.tr

La polizia turca ha soccorso in otto città 59 persone che facevano parte della mafia delle scommesse "Totobo", i cui tentacoli arrivavano fino alla Macedonia.

L'indagine della polizia turca e della procura è durata otto mesi, e il giornale "MilletÈ scritto che i membri di "Totobo" hanno svolto le loro operazioni in Turchia, Germania e Macedonia.

 

– Come risultato del monitoraggio di 8 mesi della nostra polizia di Istanbul, la banda di scommesse illegali chiamata "TOTOBO" è stata interrotta. 59 persone, compreso il capo della banda, sono state catturate e assicurate alla giustizia. L'operazione continua... Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alle indagini - ha annunciato il ministro dell'Interno turco, Suleiman Soylu.

La polizia turca ha monitorato i movimenti dei conti dei membri di questa banda ed è stato accertato che per un periodo di circa un anno hanno realizzato un giro d'affari di un miliardo di lire turche, ovvero circa 55 milioni di euro.

Il denaro raccolto è stato depositato sui conti dei parenti dei capi della banda. Le transazioni ammontavano tra i 10 e i 15.000 euro, quindi hanno utilizzato i soldi per acquistare criptovalute che sono finite in Macedonia.


La polizia ha detto che tra gli arrestati c'è il leader dell'organizzazione di Ozkan, che è legata al Partito dei lavoratori curdi, che Ankara considera un'organizzazione terroristica, mentre è stato emesso un mandato d'arresto per un totale di 75 persone che facevano parte la mafia delle scommesse

L'indagine ha mostrato che parte del denaro ha finito per finanziare un'organizzazione terroristica, ma non è finita e maggiori dettagli saranno diffusi a breve.

 

 

Video del giorno