AIEA: nonostante i bombardamenti, nessun rischio per la sicurezza della centrale nucleare di Zaporozhye in Ucraina

Zaporozhye/ Foto EPA-EFE/MINISTERO DELLE EMERGENZE RUSSO

Secondo l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA), non vi è alcun rischio per la sicurezza della centrale nucleare di Zaporizhia in Ucraina nonostante i continui bombardamenti a cui è soggetta, ha riferito DPA.

Poche ore prima della riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (ONU) a New York, convocata su richiesta della Russia, la centrale nucleare di Zaporozhye nell'Ucraina meridionale, la più grande d'Europa e tra le più grandi al mondo, è stata attaccata con pesanti artiglieria e lanciarazzi, come annunciato da un rappresentante delle autorità di occupazione russe.

Il Direttore Generale dell'AIEA, Raffaele Grossi ha invitato Mosca e Kiev a consentire agli esperti internazionali di accedere all'impianto il prima possibile.

"Sono personalmente pronto a condurre una tale missione", ha osservato, aggiungendo che "non c'è tempo".

Gli alleati dell'Ucraina hanno sottolineato che tale missione era necessaria e hanno sottolineato la responsabilità della Russia davanti al Consiglio di sicurezza.

L'ambasciatore russo all'ONU, Basilio Nebenzia ha spostato la colpa su Kiev e sui suoi alleati.

"La centrale nucleare è una struttura civile. Pertanto, la Russia sta presidiando questa struttura, per non permettere che venga danneggiata, perché ne conosciamo le conseguenze e abbiamo avvertito delle possibili conseguenze, se un giorno gli scioperi all'impianto provocassero una fuoriuscita di materiale radioattivo", ha aggiunto il russo rappresentante.

L'ambasciatore ucraino alle Nazioni Unite, Serhiy Kislitsa, ha risposto che "i russi sono noti per i loro elaborati piani di bugie, sabotaggi e insabbiamenti, come quello che stiamo vedendo oggi".

Secondo lui, "prima fermeremo la Russia, prima l'Europa e il mondo si sentiranno di nuovo al sicuro".

La Russia ha anche accusato le agenzie delle Nazioni Unite di ostacolare la missione dell'AIEA, ma il portavoce del segretario generale Antonio Guterres ha respinto l'affermazione.

Video del giorno