Le guardie di frontiera lituane saranno dotate di armi pesanti

La Lituania vuole dotare le sue guardie di frontiera di armi pesanti. Lo ha affermato il ministro degli Interni lituano, Agne Bilotaite.

Lei ha sottolineato che questa decisione è stata presa in risposta alle lezioni apprese dalla guerra russa contro l'Ucraina.

"Il Ministero della Difesa contribuirà a dotare le guardie di frontiera di armi pesanti". Non vorrei approfondire perché è ancora in fase di definizione", ha aggiunto Bilotaite.

Allo stesso tempo, Rustamas Liubajevas, comandante del servizio di frontiera statale, ha affermato che le armi da trasferire includeranno sia armi mobili che fisse. L'arma sarà destinata alla distruzione di manodopera e equipaggiamento militare leggero.

"Le armi che intendiamo acquisire nella prima fase non richiederanno un addestramento speciale", ha affermato il capo dell'SBGS.

Nell’aprile di quest’anno, il Ministero della Difesa lituano ha attuato, insieme al Ministero degli Affari Interni, un rafforzamento globale di una serie di sezioni di confine.

La decisione è stata presa dopo il colloquio tra il ministro della Difesa Laurinas Kasciunas e il ministro dell'Interno Agne Bilotaite.

In primo luogo, hanno discusso approcci globali per rafforzare il confine e costruire lì fortificazioni adeguate.

Inoltre, è stata presa in considerazione la proposta di rafforzare l'armamento delle guardie di frontiera, ovvero il trasferimento di mitragliatrici dalle scorte delle forze armate.

Inoltre è stata discussa la questione della creazione di ulteriori poligoni di tiro per consentire alle guardie di frontiera di svolgere una formazione più intensiva.

Va notato che il rafforzamento del confine dovrebbe fornire protezione contro i sabotatori e proteggere le infrastrutture critiche.

Dopo l'invasione su vasta scala dell'Ucraina da parte della Russia, la Lituania sta rafforzando le proprie forze armate come parte della difesa contro una potenziale invasione russa.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno