Kuleba critica coloro che suggeriscono che l'Ucraina rinunci al suo territorio

Dmytro Kuleba / Foto EPA-EFE/Efrem Lukatsky / PISCINA

Sono pronto ad ascoltare le argomentazioni di coloro che propongono che l'Ucraina rinunci a parti del suo territorio e del suo popolo in cambio della pace, se prima lo proporranno ai propri governi, ha affermato oggi il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba al suo arrivo alla sessione della NATO -Consiglio d'Ucraina presso la sede dell'Alleanza a Bruxelles.

- In qualche modo è sempre facile consigliare un altro come fare un passo indietro e fare delle concessioni, lasciamo che lo facciano prima da soli, ha detto Kuleba.

In risposta alla domanda di un giornalista sugli annunci della Slovacchia e dell'Ucraina sulla sospensione degli aiuti all'Ucraina, Kuleba ha detto che la politica è politica e che la gente dice di tutto, ma ha sottolineato che si aspetta che le cose "si risolvano".

Ha espresso la speranza che gli Stati Uniti trovino una soluzione per sostenere sia l'Ucraina che Israele, il che, nelle circostanze attuali, secondo lui, è nel migliore interesse del popolo americano.

- Il modo migliore per evitare di mandare i propri soldati in guerra è aiutare gli altri paesi a combattere da soli. Sottolineo ancora una volta che l’Ucraina non ha mai chiesto la presenza di truppe americane sul terreno, il che è una questione di principio e ci rende molto diversi dagli altri. La nostra offerta è molto giusta: dateci ciò di cui abbiamo bisogno e combatteremo. Non vi chiediamo di sacrificare la vostra vita, ha aggiunto Kuleba.

Tuttavia, in una dichiarazione prima dell'inizio della riunione del Consiglio NATO-Ucraina, che si terrà a livello dei capi della diplomazia, Kuleba ha sottolineato che la vittoria dell'Ucraina contro l'invasione russa non è solo nel suo interesse, ma anche nel suo interesse. interesse dell’intera comunità euro-atlantica.

- Oggi, per la prima volta, ci siederemo per parlare con i ministri come partner alla pari nel quadro del Consiglio NATO-Ucraina. Si tratta di una grande differenza rispetto a prima, ha aggiunto Kuleba accompagnato dal segretario generale dell'Alleanza, Jens Stoltenberg.

Kuleba ha sottolineato che l'Ucraina ha attualmente uno degli eserciti meglio equipaggiati in Europa, secondo gli standard e l'operatività della NATO, e ha ringraziato gli alleati per il loro sostegno.

Secondo lui, per rafforzare e mantenere la sicurezza dell'intera comunità euro-atlantica, è necessario aumentare la produzione di munizioni e attrezzature dell'industria militare comune europea.

Stoltenberg, da parte sua, ha sottolineato che si tratta di un momento storico, perché è la prima volta che una sessione del Consiglio UE-Ucraina si tiene a livello dei ministri degli Esteri.

– Questo incontro dimostra che l’Ucraina si sta avvicinando sempre di più alla NATO. Durante l'incontro discuteremo di come sostenere il declino dell'Ucraina verso l'adesione alla NATO. Tutti concordano sul fatto che l'Ucraina dovrebbe diventare membro e ora tocca a noi considerare come procedere su questa strada negli sforzi di riforma e nel sostegno della NATO nell'attuazione di tali riforme, ha affermato Stoltenberg.

Lui ha sottolineato che i ministri discuteranno anche delle necessità dell'Ucraina in base alla situazione sul campo di battaglia, esprimendo al contempo "grande ammirazione" per le forze ucraine, la leadership politica e il popolo per il coraggio che hanno dimostrato dall'inizio dell'invasione russa, come così come per la soppressione delle forze russe nel nord, nell’est e nel sud e infliggendo pesanti perdite agli invasori.

Stoltenberg ha sottolineato l'impegno della NATO a continuare a sostenere l'Ucraina, che, come ha detto, non si manifesta solo a parole, ma anche nei fatti, e in questo contesto ha sottolineato gli annunci di aiuti finanziari da parte della Germania per un importo di otto miliardi di euro e del Paesi Bassi di due miliardi di euro, la creazione di un centro di addestramento per piloti ucraini per operare con aerei F-16 in Romania, lo spiegamento di difese aeree aggiuntive e la formazione della Coalizione di difesa aerea per l'Ucraina da parte di 20 membri dell'Alleanza.

- È nell'interesse dell'Ucraina, ma anche nel nostro interesse per la sicurezza, che l'Ucraina sopprima le forze russe e rimanga una nazione sovrana in Europa, ha sottolineato Stoltenberg.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno