Krivichen ha confermato la detenzione di Nake Georgiev

Nace Georgiev/Foto: Messa a fuoco

Il Consiglio penale del Dipartimento per il perseguimento della criminalità organizzata e della corruzione presso il Tribunale penale di base di Skopje ha respinto il ricorso in quanto infondato e ha confermato la decisione di determinare la detenzione di 30 giorni del giudice supremo Nake Georgiev.

La corte si è pronunciata sul ricorso della difesa del sospettato Georgiev contro la decisione del giudice nella procedura preliminare del 21 maggio di quest'anno.

- Oggi, su richiesta della difesa dell'indagato, si è tenuta un'udienza pubblica nella quale, dopo la difesa e la dichiarazione del pubblico ministero riguardo alle accuse contenute nella proposta di determinazione della misura di detenzione, è stata presa una decisione con la quale il ricorso della difesa viene respinta in quanto infondata e viene confermata la decisione del giudice del procedimento precedente con la quale viene disposta nei suoi confronti una misura di detenzione della durata di 30 giorni, per la sussistenza dei motivi di cui all'art. 165 comma 1 t. 2 e 3 del codice penale, secondo l'annuncio del tribunale penale di base di Skopje.

Contro tale decisione le parti hanno il diritto di ricorrere in appello davanti alla Corte d'appello di Skopje.

Il giudice della procedura preliminare presso il Tribunale penale di base di Skopje, su proposta della Procura di base per il perseguimento della criminalità organizzata e della corruzione, il 21 maggio ha ordinato una misura di detenzione di 30 giorni per Georgiev, per il quale esiste un pozzo -fondato sospetto del delitto di “ricezione di ricompensa” per influenza illecita” di cui all'art. 359 del codice penale.

- Dopo aver ascoltato l'indagato alla presenza del suo avvocato, nonché valutato i fatti e le prove presentate dal Pubblico Ministero, ha preso una decisione nel rispetto della proposta e l'indagato è stato detenuto per 30 giorni a causa dell'esistenza di i motivi dell’art. 165 comma 1 punti 2 e 3, cioè può ostacolare il procedimento penale influenzando i testimoni e circostanze che indicano che porterà a termine o ripeterà il crimine, dice la dichiarazione di Krivichen.

A seguito della proposta della Procura di base per il perseguimento della criminalità organizzata e della corruzione, il giudice della procedura preliminare del Tribunale penale di base di Skopje ha stabilito oggi misure cautelari per Idjet Memeti, il secondo sospettato nell'indagine relativa alla ricezione di una ricompensa per attività illegali influenza in cui è coinvolto anche il giudice supremo Nake Georgiev.

L'indagato, secondo la decisione del tribunale penale, ha l'obbligo di comparire occasionalmente in tribunale, i suoi documenti di viaggio e altri per uscire dal confine di Stato sono stati confiscati e vi è il divieto di rilasciarne uno nuovo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno