La Walt Disney Company potrebbe perdere i diritti esclusivi su Topolino

Foto: YouTube

L'amato topo Topolino è stato creato durante un viaggio in treno da New York a Hollywood nel 1928 quando Walt e sua moglie Lily inventarono il nome del personaggio animato che divenne la base del "regno" Disney. Il topo allegro con una voce stridula è apparso per la prima volta nel 1928, quindi è diventato una sorta di marchio dell'azienda ed è diventato uno dei personaggi dei cartoni animati più riconoscibili di tutti i tempi. A proposito, Topolino era originariamente protetto da copyright a 56 anni. Nel 1998 la società ha deciso di estendere i diritti, acquisendoli per 95 anni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Walt Disney (@walter_e_disney_)


C'è un grosso rischio che The Walt Disney Company perda i diritti esclusivi sul già leggendario personaggio di Topolino, poiché il copyright di 95 anni per il personaggio scade nel 2024.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Walt Disney (@walter_e_disney_)


La legge statunitense sul copyright afferma che la proprietà intellettuale nelle opere d'arte scade 95 anni dopo la prima pubblicazione, il che significa che Topolino entrerà nel pubblico dominio nel 2024. Dopo la scadenza del diritto d'autore, chiunque voglia utilizzare il personaggio può senza autorizzazione e senza pagare i diritti d'autore. Ciò significa che il personaggio dei cartoni animati può apparire anche in storie non Disney. Altri personaggi famosi sono già di dominio pubblico. Tra questi c'è Winnie the Pooh, che è entrato nell'elenco dei personaggi gratuiti dopo che il suo copyright è scaduto a gennaio. L'orso ora "libero", e come assassino, appare nel film horror "Winnie the Pooh: Blood and Horror", scritto e diretto da Rhys Waterfield.

Video del giorno