La cocaina era camuffata in lastre di cemento, in un'operazione della polizia serba e di Europol, arrestato un gruppo di spacciatori balcanici

Foto: Archivio

Nell'azione coordinata internazionale della BIA, del Ministero degli affari interni serbo, Europol ed Eurojust, sono stati sequestrati più di 100 chilogrammi di cocaina per un valore di oltre 10 milioni di euro e diverse persone sono state arrestate nell'UE e in Serbia, hanno riferito i media serbi.

I media di Belgrado scrivono che la droga è stata sequestrata in Belgio e che è stato arrestato un gruppo che collaborava con il clan criminale.

In questa azione nei Paesi Bassi, i membri di un gruppo criminale organizzato, i cittadini serbi D.R. (28) e D.P. (48), con i quali sono state trovate armi e una certa somma di denaro, sospettate di essere il risultato di atti criminali, mentre i cittadini serbi S.K. sono stati arrestati anche in Belgio e Lussemburgo. (36), G.D. (32), J.V. (33), uno sconosciuto, nonché cittadino della BiH S.Gj. (42).

Il cittadino serbo V.V. è stato arrestato nel territorio di Belgrado. (29), al quale è stato ordinato di trattenersi per 48 ore, che sarà portato alla competente Procura con denuncia penale.

La droga è stata sequestrata ad Arlon, nel sud-est del Belgio, durante una perquisizione in un magazzino. I sospetti hanno cercato di nascondere la cocaina con lastre di cemento per facilitarne l'esportazione.

Le ricerche sono state effettuate contemporaneamente nei Paesi Bassi, in Lussemburgo e in Serbia.

"Complessivamente, quasi 100 membri di vari servizi di polizia sono stati coinvolti nell'operazione per smantellare un'organizzazione criminale serba impegnata nel commercio internazionale di cocaina", ha affermato l'accusa.

La polizia continua il lavoro coordinato per chiarire tutte le circostanze relative alla distribuzione dei suddetti stupefacenti e per identificare altri membri del suddetto gruppo criminale organizzato internazionale.

Video del giorno