Kiril Petkov ha risposto a Iliana Jotova riguardo alle navi cisterna di gas liquido appaltate per la Bulgaria

Kiril Petkov
Kiril Petkov all'Assemblea nazionale della Bulgaria / 22 giugno 2022 / Foto: EPA-EFE / VASSIL DONEV

Ex Primo Ministro della Bulgaria e copresidente di "Continuare il cambiamento" Kiril Petkov ha risposto alle critiche alla politica energetica del governo da lui guidato. L'interconnessione tra Bulgaria e Grecia è un dato di fatto e il prezzo del gas liquido sarà quattro volte inferiore.

L'interconnettore è pieno di gas a 40 bar, non come dice il governo ufficiale che non conteneva gas. Il prezzo della quantità di gas liquido nell'interconnessione tra Grecia e Bulgaria è ridotto da 140 euro a circa 30 euro, ha affermato Kiril Petkov. Il margine tra i prezzi di mercato del gas in questo momento e il prezzo del gas che si trova nell'interconnessione è così ampio e quindi nessuno ha il diritto di ritardarne la realizzazione di un solo giorno.

Petkov ha anche commentato l'accusa del vicepresidente Iliana Iotova che le sette navi GNL concordate sono ancora ricercate in mare, affermando che la condizione per la loro ricezione è che il governo di transizione della Bulgaria abbia tempo fino al 19 agosto per decidere se acquistarle. o no. Petkov ha ricordato di aver concordato che il loro prezzo sarebbe stato di 30 dollari inferiore a quello sul mercato europeo.

L'unico compito del governo di transizione bulgaro è quello di prepararsi a tenere elezioni anticipate eque e giuste il 2 ottobre. Dopo che il vicepresidente Iliana Jotova e il leader di GERB si sono uniti alle critiche, Boyko Borisov, che ha accusato "Continuiamo a cambiare" di aver distrutto la Bulgaria e creato la crisi energetica. Ha detto che non importa quanto non gli piaccia il presidente bulgaro Rumen Radev e il suo governo di transizione, non hanno meritato le proteste che stanno accadendo ora a causa della crisi energetica.

Video del giorno