Cipro sospende la procedura di asilo per i siriani

Bandiera di Cipro / Foto: Dimitrios Karvountzis / Zuma Press / Profimedia

Cipro ha sospeso la procedura di asilo per i siriani dopo un forte aumento di arrivi irregolari questo mese, hanno detto domenica le autorità.

Più di mille persone sono arrivate a Cipro via mare dal Libano dall’inizio di aprile nel contesto dell’aggravarsi delle tensioni in Medio Oriente. Ciò ha spinto Nicosia a chiedere ai suoi partner dell’Unione Europea di fare di più per aiutare il Libano, nonché di rivedere lo status della Siria dilaniata dalla guerra, che è attualmente considerata non sicura per il ritorno dei richiedenti asilo.

"Si tratta di una misura urgente, è una decisione difficile per proteggere gli interessi di Cipro", ha detto ai giornalisti il ​​presidente cipriota Nicos Christodoulides.

Cipro, il paese più orientale dell'UE e il più vicino al Medio Oriente, si trova a circa 160 chilometri a ovest delle coste del Libano o della Siria. Ha registrato più di duemila arrivi via mare nei primi tre mesi di quest’anno, rispetto ai soli 78 nello stesso periodo del 2023.

Christodoulides ha visitato il Libano la scorsa settimana e sta collaborando con la Commissione europea su come Bruxelles potrebbe aiutare Beirut a contenere il flusso. Il Libano, che versa in una grave crisi finanziaria, ospita centinaia di migliaia di rifugiati siriani.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno