Kiev e Mosca sono lontane da nuovi negoziati: l'Ucraina chiede il ritiro dei russi, mentre chiedono il riconoscimento di Donbass e Crimea come parte della Russia

Bandiere russe e ucraine / Foto: EPA

Il consigliere del capo di stato maggiore del presidente dell'Ucraina, Mykhailo Podolyak, ha presentato un elenco di richieste per la continuazione dei negoziati con la Russia, dopo che il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che per raggiungere la pace, Kiev avrebbe dovuto accettare le richieste russe. compreso il riconoscimento della Crimea come territorio russo e la cessione di Donetsk e della regione di Luhansk.

Ieri sera, Podoljak ha dichiarato sul suo account Twitter che le condizioni ucraine sono:
cessate il fuoco immediato, ritiro delle truppe russe dall'Ucraina, ritorno dei cittadini rapiti, estradizione di criminali di guerra, meccanismo di riparazione e riconoscimento dei diritti sovrani dell'Ucraina.

- La squadra russa conosce bene le nostre condizioni. , e il Cremlino non dovrebbe preoccuparsi: verrà il momento in cui otterremo le nostre condizioni senza che Mosca lo chieda, ha sottolineato.

In precedenza, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che una delle condizioni principali per nuovi negoziati è che l'Ucraina riconosca i territori filo-russi di Donetsk e Lugansk, così come la penisola di Crimea, come parte della Federazione Russa.

Video del giorno