Come i russi hanno imparato dai loro errori dal sud e conquistare l'est

EPA dell'esercito russo /

Severodonetsk è completamente sotto l'occupazione russa. I russi hanno nominato un comandante per la zona, ha detto oggi il capo dell'amministrazione militare della città Alessandro Strick. Allo stesso tempo, gli attacchi alla vicina Lisichansk si stanno intensificando.

Sebbene l'invasione dell'Ucraina meridionale sia durata molto più a lungo del previsto e si sia conclusa con pesanti perdite per l'esercito russo, sembra che i comandanti dell'esercito russo, basandosi sugli errori del sud, abbiano ora escogitato una strategia per l'est.

"La città è così devastata che sarà difficile per le persone far fronte a questa situazione", ha detto Strike.

Serhi Gajdai, L'alto comandante militare dell'Ucraina orientale afferma che l'esercito ha deciso di evacuare "perché il bilancio delle vittime in territori non identificati potrebbe aumentare ogni giorno".

Gli ultimi dati dal fronte mostrano che oltre il 90 per cento della regione di Luhansk è sotto il controllo russo e la situazione è simile nella vicina regione di Donetsk.

Qual è il motivo della rapida avanzata dei russi?

La ragione del rapido progresso in Oriente è il fatto che le truppe russe stanno imparando dagli errori commessi nelle prime fasi della guerra, o come la chiama Mosca, "operazioni militari speciali" in Ucraina, che implicano principalmente un migliore coordinamento delle attacchi aerei e terrestri, come il miglioramento della logistica e la formazione di linee di battaglia.

Foto dell'EPA dell'esercito russo EPA / STRINGER // jt / kr

Sebbene molti paesi occidentali continuino a fornire armi all'Ucraina (gli Stati Uniti hanno recentemente inviato lanciarazzi HIMARS), al momento non vi è alcuna indicazione che le armi cambieranno drasticamente la situazione sul campo, in parte perché i lanciarazzi inviati finora hanno una portata limitata e numero di missili sparati. Inoltre, le forze russe sono riuscite a distruggere alcune delle nuove armi pesanti che l'Occidente ha inviato in Ucraina, inclusi gli obici M777.

Come ha affermato lo stesso governatore Sergei Gaydai, le sanguinose battaglie a North Khodrovsk e Lisichansk dovrebbero concludersi presto con uno scenario non favorevole all'Ucraina.

Errori dell'esercito russo

Il primo errore della Russia all'inizio è stato quello di sottovalutare la resistenza e le capacità delle forze armate più piccole dell'Ucraina.

La Russia ha un budget annuale per la difesa di oltre 60 miliardi di dollari, rispetto alla spesa dell'Ucraina di poco più di 4 miliardi di dollari. Gran parte dell'investimento della Russia è stato speso per il suo vasto arsenale nucleare ed esperimenti, compreso lo sviluppo di nuove armi come i missili ipersonici.

Sebbene la Russia abbia costruito il carro armato più avanzato al mondo - il T-14 Army - e sia stato visto alla Victory Parade di Mosca sulla Piazza Rossa, il carro armato "scomparve" dal fronte in Ucraina. La maggior parte dell'arsenale che la Russia ha inviato sul campo è costituito da vecchi carri armati T-72, veicoli corazzati, artiglieria e lanciarazzi. All'inizio dell'invasione, la Russia aveva un evidente vantaggio aereo, poiché i caccia che si muovevano vicino al confine erano più numerosi dell'aviazione ucraina di tre a uno.

La maggior parte degli analisti militari aveva previsto che la forza d'attacco avrebbe rapidamente guadagnato la superiorità nell'aria, ma ciò non è accaduto. Le difese aeree dell'Ucraina continuano ad essere efficaci, limitando la capacità di manovra della Russia. Mosca presumeva anche che le sue forze speciali avrebbero svolto un ruolo importante nell'aiutare a sferrare un colpo rapido e decisivo.

La chiave sta nell'approvvigionamento e nella logistica?

La Russia, nel frattempo, ha lottato con i beni di prima necessità durante la guerra. C'è un vecchio detto militare secondo cui i dilettanti parlano di tattiche mentre i professionisti studiano la logistica, e molti analisti ritengono che la Russia non abbia prestato sufficiente attenzione a questo.

Esercito russo / Foto EPA-EFE / STRINGER

Le colonne corazzate rimasero senza carburante, cibo e munizioni. I veicoli si sono guastati e sono stati abbandonati e poi rimorchiati dagli ucraini sui trattori.

Quindi anche i funzionari occidentali credevano che la Russia potesse essere a corto di munizioni. Contrariamente a questa affermazione, la Russia aveva un flusso costante di armi che l'Occidente non ha notato mentre cercava di consegnare segretamente armi all'Ucraina più velocemente.

Con tutto questo in mente, la situazione portò a dolorose battaglie nel sud, che portarono alla conquista della città portuale di Mariupol. Tuttavia, invece di proseguire più a sud, le truppe russe dirottarono i loro attacchi a est, in particolare verso nordico e Lisichansk.

A quanto sembra ora, queste città cadranno presto sotto il controllo russo, proprio a causa di un migliore coordinamento degli attacchi e di una maggiore logistica sul terreno, che anche le armi occidentali non sono riuscite a minacciare.

Video del giorno