Gabinetto di Pendarovski: La targa per ASNOM nel monastero di S. Prokhor Pczynski per Ilinden era di natura temporanea

Prokhor Pchinsky
Foto: Gabinetto del presidente Stevo Pendarovski

La targa per l'ASNOM che è stata collocata nel monastero di S. Prokhor Pczynski per Ilinden è stato di natura temporanea per realizzare la visita del presidente Stevo Pendarovski e la delegazione statale, per la prima volta dopo molti anni, afferma dal capo dello Stato dopo le informazioni pubblicate dai media che la targa non si trova più nel luogo di culto.

"Quindi si è convenuto di formare quanto prima gruppi di lavoro composti da rappresentanti dei due Ministeri degli Affari Esteri, dei Ministeri della Cultura, nonché di altre istituzioni statali, che determineranno le modalità e la forma per la celebrazione del 2 agosto , Ilinden a St. Prokhor Pczynski per il prossimo anno. L'obiettivo di tale cooperazione formalizzata è quello di stabilire una forma istituzionale per celebrare la festa di Ilinden nel monastero di S. Prokhor Pczynski", afferma l'ufficio di Pendarovski.

E l'abate del monastero di S. Prokhor Pczynski Archimandrita Metodio, ha confermato a MIA che l'accordo delle due delegazioni, macedone e serba, prevedeva di rimuovere la targa dopo la celebrazione di Ilinden, e di ricollocarla quando necessario.

La targa commemorativa per lo svolgimento della prima sessione dell'ASNOM il 2 agosto 1944, fu collocata in occasione della festa di Ilinden nella cappella del monastero di S. Prokhor Pcinjski, dove una delegazione della Chiesa di Stato macedone guidata dal presidente Stevo Pendarovski stava festeggiando dopo una lunga pausa. Da parte serba, ha partecipato alla celebrazione il ministro degli Affari esteri della Serbia. Nikola Selakovic.

Sulla targa commemorativa bilingue, in macedone e in serbo, è scritto: "Il 2 agosto 1944 si tenne in questo luogo la prima sessione dell'Assemblea antifascista di liberazione popolare della Macedonia, dove i funzionari eletti dal popolo fecero decisioni storiche che hanno stabilito la statualità e l'identità del popolo macedone esprimendo la sua determinazione a vivere insieme ai popoli della Jugoslavia".

Video del giorno