Julia Navalny ha inviato un messaggio potente tra le braccia di sua figlia: amore mio, possiamo gestire qualsiasi cosa!

foto: "X", Julia Navalny abbracciata alla figlia

La moglie del leader dell'opposizione russa Alexei Navalny, morto venerdì scorso in una prigione russa, ha pubblicato la prima foto con la figlia Daria sul social network X.

"Mia cara ragazza, sono volata da te per abbracciarti e sostenerti, e tu sei seduta e mi sostieni", ha scritto Julia.

Ha poi detto che sua figlia è molto coraggiosa e determinata.

“Possiamo gestire qualsiasi cosa, amore mio. È bello averti al mio fianco. Ti amo", ha aggiunto Julia nel messaggio.

Alexei Navalny e sua moglie Julia hanno un figlio di quindici anni oltre alla figlia Daria.

Daria ha già pubblicato più volte sui social network degli stati in cui sostiene suo padre e ne chiede il rilascio.

Ha studiato alla Stanford University negli Stati Uniti.

Considerando che Julia ha pubblicato una foto con sua figlia, si ritiene che dopo la morte di suo marito abbia viaggiato per i bambini negli Stati Uniti.

Venerdì scorso, in un discorso a una conferenza a Monaco, ha incolpato direttamente il presidente russo Vladimir Putin per la morte di suo marito.

Lunedì poi è stato ospite a Bruxelles alla riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue. Lo stesso giorno, ha pubblicato un video in cui sottolineava che avrebbe ripreso da dove suo marito aveva interrotto.

Per ricordare, oggi Lyudmila Navalnaya ha annunciato che ieri ha finalmente potuto vedere il corpo di suo figlio Alessio.

"Ho appena lasciato l'edificio del comitato investigativo della città di Salekhard. Ho trascorso quasi una giornata lì da solo, solo con gli investigatori e i criminologi. Gli avvocati sono stati rilasciati solo nel pomeriggio", dice la madre di Navalny, Lyudmila, in un video pubblicato su YouTube.

Si ricorda che il leader dell'opposizione russa Alexei Navalny è morto venerdì 16 febbraio in una prigione russa, ha confermato il Servizio penitenziario federale russo per la regione di Yamalo-Nenets, aggiungendo che Navalny si è sentito male dopo una passeggiata mattutina e ha perso conoscenza, dopo di che i tentativi di rianimazione sono falliti. .

Navalny ha scontato una pena detentiva di 30 anni, tra l'altro, come affermato in una delle sentenze del tribunale russo, per aver fondato e finanziato un'organizzazione estremista e le sue attività, ed era conosciuto come un acuto critico del Cremlino.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno