Il Giappone ha rifornito di carburante il più grande reattore nucleare del mondo

La giapponese Tokyo Electric Power ha rifornito di carburante la sua più grande centrale nucleare, Kashiwazaki Kariva, per la prima volta dal disastro di Fukushima, ha riferito Bloomberg.

La mossa fa parte del ritorno dell'energia nucleare sulla scena giapponese dopo la tragedia del 2011, quando tutti i reattori nucleari del paese furono chiusi.

Ma il riavvio di Kashiwazaki Kariva, che è il più grande generatore di energia nucleare del mondo, non è ancora garantito.

Il piano necessita del via libera del governatore della prefettura di Niigata.

L’impianto da 8,2 GW è stato chiuso nel 2012, ma non è stata l’unica cosa che gli è accaduta.

Nel 2021, a Tepco è stato vietato di gestire l'impianto dall'Autorità di regolamentazione nucleare dopo che si è scoperto che aveva violato il protocollo di sicurezza, inclusa la mancata protezione dei materiali nucleari.

Le autorità giapponesi hanno revocato il divieto operativo a dicembre, citando miglioramenti nella gestione delle questioni di sicurezza a Kashiwasaki Kariwa.

Il Giappone sta restituendo l’energia nucleare come fonte energetica chiave, cercando di proteggere la propria sicurezza energetica nel periodo precedente alla crisi energetica del 2022 che ha fatto impennare i prezzi del petrolio e del gas.

Il paese, povero di risorse, che deve importare circa il 90% dell’energia che consuma, ha fatto un’inversione di marcia nella sua politica sull’energia nucleare alla fine del 2022 quando la sua fattura per l’importazione di energia è aumentata a causa della crisi energetica e dell’aumento dei costi di importazione del gas a prezzi record.

Nel dicembre 2022 il governo giapponese ha confermato una nuova politica sull’energia nucleare, che il paese aveva in gran parte abbandonato dopo il disastro di Fukushima del 2011.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno