Jaldz Veaposka: I medici mi hanno reso disabile e per metà umano, e il loro esperto afferma di avermi salvato la vita

Yaldiz Veaposka davanti al tribunale di Struga/Foto: Sloboden Pechat/Dragan Mitreski

Il professore della Facoltà di Medicina Dr. Drage Dabeski, nella relazione medica da lui preparata per il caso della madre Jaldz Veaposka, andata a partorire con taglio cesareo e rimasta senza utero, ovaie e reni, afferma che tre medici accusati dell'ospedale di Struga hanno fatto di tutto per salvare la vita di Veaposka. Ha redatto la perizia su richiesta degli imputati e il rilievo è contraddittorio rispetto a quello predisposto dall'Istituto di medicina legale. Veaposka ha detto a "Sloboden Pechat" che non solo non è vero che la sua vita è stata salvata, ma che è diventata disabile.

- Nella sua testimonianza da esperto, dice che i medici accusati mi hanno salvato la vita rimuovendo i miei organi e rendendomi per metà umano. Come mi hanno salvato la vita quando mi hanno mandato a Skopje, sono andato a letto per un intervento chirurgico e sono rimasto in coma per 14 giorni? Non so come ho fatto a rimettermi in piedi e sono grato ai medici della clinica di Skopje, ma non a questi medici qui che mi hanno rovinato la vita. Mi hanno resa disabile, una donna che non può più partorire e io non posso più avere figli, ha detto Veaposka.

Dabeski, invece, ha affermato che Veaposka era in pericolo di vita a causa dell'emorragia dall'arteria renale, ma la decisione se rimuovere il rene spettava ai chirurghi.

Secondo lui, il primo ha accusato Muhammed Asani, specialista ginecologo-ostetrico, il secondo ha accusato Blairton Asani, medico specialista in ginecologia e ostetricia e il terzo ha accusato Liljana Jovanoska, ginecologa-ostetrica, accusati di gravi crimini contro l'uomo. salute, hanno usato mezzi adeguati durante il trattamento, non hanno commesso errori e hanno salvato una giovane vita.

Sasho Janev, l'avvocato di Veaposka, ha affermato che la perizia dell'Istituto di medicina legale indica che durante l'operazione sono mancate molte cose.

– Gli imputati dovranno rispondere delle azioni compiute e di quelle non compiute. E la Corte stessa, credo, sarà interessata a stabilire la verità, come è possibile che una donna incinta entri in sala operatoria sana e diritta e ne esca senza tre organi. Chiariremo questo mistero con la sentenza. È virtuoso che gli imputati dicano quanto sono colpevoli per aver prelevato gli organi, ha detto Janev.

Il tribunale armonizzerà le conclusioni degli esperti di Dabeski e di medicina legale, che sono contraddittorie, e deciderà se sarà condotto un super esperto.

La prossima udienza è fissata per il 23 aprile e saranno chiamati gli esperti dell'Istituto di medicina legale.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno