L'esercito israeliano afferma: abbiamo preparato un piano per rispondere a un possibile attacco iraniano

munizioni vicino al confine di Gaza, nel sud di Israele, 02 novembre 2023. Secondo le forze di difesa israeliane (IDF) e l'autorità sanitaria palestinese, più di 8,000 palestinesi e oltre 1,400 israeliani sono stati uccisi, 240 tenuti in ostaggio a Gaza secondo le forze di difesa israeliane (IDF) e l'autorità sanitaria palestinese, da quando i militanti di Hamas hanno lanciato un'operazione attacco contro Israele dalla Striscia di Gaza il 07 ottobre. EPA-EFE/ABIR SULTAN

L'esercito israeliano ha affermato di aver preparato dei piani per rispondere a un possibile attacco da parte dell'Iran.

Il portavoce dell'esercito Daniel Hagari ha detto che Israele è preparato per una "vasta gamma di scenari" che includono azioni sia difensive che offensive.

Ha anche detto che il capo militare israeliano ha completato una valutazione della situazione con il capo del comando centrale americano, il generale Eric Kurila, in visita in Israele.

"La nostra difesa è preparata e sa come affrontare ogni minaccia separatamente", ha detto Hagari. Oltre alla difesa siamo pronti anche all’attacco. Siamo pronti ad attaccare e sappiamo come agire e proteggere il popolo di Israele", ha aggiunto.

Israele si sta preparando a un possibile attacco iraniano dopo che un attacco aereo ha ucciso due generali iraniani nella capitale siriana di Damasco la scorsa settimana.

L'Iran ha incolpato Israele per l'attacco aereo e ha promesso ritorsioni. Israele non ha commentato l'attacco.

L’Iran ha una serie di gruppi per procura in Libano, Iraq, Siria e Yemen, tutti in grado di attaccare Israele.

L’Iran possiede anche missili a lungo raggio che possono raggiungere Israele.

I leader israeliani hanno minacciato di attaccare direttamente l’Iran se il Paese commettesse un’aggressione, e il presidente Joe Biden ha affermato che l’impegno degli Stati Uniti per la sicurezza di Israele è fermo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno