Israele: sempre più pazienti sono contagiati dal covid-19 per la terza volta

Foto: EPA-EFE / ABIR SULTAN

Il ministero della Salute israeliano ha affermato oggi che il numero di persone infette da covid-19 per la terza volta è in aumento e che dovrebbe continuare.

A dicembre 2021, solo 12 persone avevano contratto il coronavirus per la terza volta e alla fine di giugno di quest'anno quel numero aveva raggiunto 992, secondo i media israeliani.

Gli esperti sanitari ritengono che uno dei motivi principali della terza infezione sia il fatto che la maggior parte degli israeliani non si preoccupa più di essere infettati e non indossa maschere.

"Il vaccino fornisce ancora una buona protezione, ma nelle popolazioni a rischio, la vaccinazione e il recupero dalla malattia non forniscono una protezione del XNUMX%", ha affermato Ilana Gans, capo del dipartimento dei servizi sanitari pubblici del ministero.

Nelle prime ondate, il Covid-19 è stato curato come la maggior parte delle malattie infettive e si pensava che una persona guarita fosse quasi completamente protetta dalle infezioni, ha spiegato.

Nell'attuale ondata, dal 10 al 15 percento dei casi confermati è stato reinfettato e il numero di casi è in aumento per la terza volta.

Fonte: MIA

Video del giorno