Israele: l'ordinanza della Corte internazionale di giustizia è falsa, vergognosa e disgustosa

Bandiera di Israele Foto: MIA

Il Consiglio di Sicurezza Nazionale e il Ministero degli Esteri israeliani stasera hanno etichettato come "falso, vergognoso e spregevole" l'ordine della Corte Internazionale di Giustizia (ICJ) rivolto a Israele di porre fine alle operazioni a Gaza che rischiano di annientare la popolazione civile nel sud del territorio palestinese.

- Dopo il terribile attacco terroristico contro i cittadini israeliani del 7 ottobre 2023, Israele ha lanciato una guerra difensiva giusta per eliminare l'organizzazione terroristica Hamas e liberare i nostri ostaggi - si legge nella dichiarazione congiunta del Consiglio e del Ministero.

- Israele lo fa in conformità con il diritto di difendere il proprio territorio e i propri cittadini, aderendo ai valori morali e al diritto internazionale - aggiunge la dichiarazione.

Inoltre, si afferma che "Israele non ha condotto e non condurrà operazioni militari nell'area di Rafah per creare condizioni che potrebbero portare alla distruzione totale o parziale della popolazione civile palestinese".

La Corte Internazionale di Giustizia ha ordinato oggi a Israele di fermare immediatamente l'attacco alla città di Rafah.

Il presidente della Corte Suprema delle Nazioni Unite, Nawaf Salam, ha affermato che la situazione a Rafah è ulteriormente peggiorata ed è ora classificata come "catastrofica", il che significa che le precedenti misure provvisorie del tribunale non sono sufficienti a causa del cambiamento della situazione, hanno riferito i media israeliani.

La Corte internazionale di giustizia dell’Aia ha ordinato a Israele di porre immediatamente fine alla guerra a Rafah

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno