Raddrizzamento delle “strade tortuose” con proposte di documenti stradali

Passaporto, passaporto / Foto: EPA

Domani i deputati al Parlamento esamineranno la proposta VMRO-DPMNE di modifica della legge sui documenti di viaggio, che prevede la proroga della durata dei passaporti con il vecchio nome costituzionale della Repubblica di Macedonia fino alla fine di quest'anno. Il deputato Antonijo Milososki afferma che ci si aspetta che i parlamentari SDSM e DUI sostengano le proposte di modifica della legge e prolungheranno la durata dei vecchi passaporti non scaduti, così come è stata prorogata la durata di validità delle patenti di guida.

– Il testo di questo disegno di legge è breve e richiede che i passaporti siano validi fino al 12 dicembre 31 anziché al 2024 febbraio. Ci aspettiamo che i deputati del governo siano ragionevoli e incontrino i cittadini per chiarire questo caos che ora regna con i documenti personali - ha detto a "Sloboden Pechat" il deputato Milososki.

SDSM non sosterrà la proposta

Secondo le opinioni presentate dall'SDSM e dalla DUI, questa proposta non verrà approvata, perché il termine di cinque anni per la sostituzione dei documenti con il nuovo nome costituzionale - Repubblica di Macedonia del Nord - scaduto il 12 febbraio, fa parte del L'Accordo Prespa e gli accordi internazionali non possono essere modificati da un'altra legge.

- Secondo le informazioni che ricevo, questa legge non risolverà i problemi ed è contraria all'articolo 118 della Costituzione, nel senso che gli accordi internazionali fanno parte del negozio giuridico interno e di fatto non possono essere modificati da un'altra legge - il presidente ha detto ieri dell'Assemblea Jovan Mitreski.

Egli ha annunciato che con questo disegno di legge completerà l'ordine del giorno della 145a sessione odierna.

E il deputato dell'SDSM Martin Kostovski ha detto oggi che "non sosterranno ciò che contraddice gli accordi statali e internazionali".

- È un pamphlet politico senza precedenti. Si tratta di volontariato senza precedenti da parte della VMRO-DPMNE e di fuorviare il pubblico, esattamente come si sono comportati in tutti questi quattro anni. Con questa proposta di legge siamo in conflitto con l'Accordo di Prespa e inosservanza dell'articolo 118 della Costituzione. Se vogliamo trovare una soluzione, parliamo di come far funzionare meglio Panče Toškovski, di come migliorare meglio i servizi e di come superare effettivamente i problemi - ha detto Kostovski.

Da due settimane il gruppo parlamentare VMRO-DPMNE chiede quasi quotidianamente di prolungare la durata dei passaporti modificando la legge sui documenti di viaggio. Hanno presentato questo disegno di legge il 12 febbraio, giorno in cui è scaduta la validità dei passaporti e delle patenti di guida, e solo le modifiche alla legge sulla sicurezza stradale, che estendevano la validità delle patenti di guida, sono state messe all'ordine del giorno del Parlamento a quel tempo lo permette. Le autorità hanno poi chiarito che la patente di guida è un documento ad uso interno e quindi ne hanno esteso la validità, ma i passaporti sono un documento ad uso esterno e, secondo l'Accordo di Prespa, cessano di essere validi dopo cinque anni.

Bojan Maricic - Vice Primo Ministro per l'Integrazione Europea / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

Il primo vice primo ministro Bojan Maricic afferma che la validità delle patenti di guida è stata estesa per ridurre la pressione e dare a tutti il ​​tempo di cambiarle, ma la legge sui passaporti non si può cambiare.

- In una corsa per punti politici a buon mercato, il ministro degli Interni e altri rappresentanti dell'opposizione creano un'inutile confusione tra i cittadini. Chiunque viaggi fuori dal paese dovrebbe avere un nuovo passaporto e a coloro che vivono in altri paesi si consiglia di utilizzare i documenti di viaggio per tornare a casa. E' più corretto, perché se vanno in macchina, è impossibile prevedere dove qualcuno potrà creare problemi per il vecchio passaporto - ha detto Maricic.

Lui ha aggiunto che la nuova legge sul prolungamento della validità dei passaporti dovrebbe essere vista dal punto di vista dei cittadini e non politicamente opportuna, perché ciò non risolve il problema.

- Ciò introdurrà ulteriore e maggiore incertezza giuridica e potrebbe comportare maggiori problemi per i cittadini, costi aggiuntivi e disagi ai valichi di frontiera. Al momento non abbiamo alcuna notifica ufficiale da parte di nessun membro dell'UE che sia possibile viaggiare con il vecchio passaporto. Il Montenegro ha annunciato che non consentirà di viaggiare con vecchi documenti. Altri paesi potrebbero farvi riferimento in loco. Perché dovremmo gravare sui cittadini per affrontare i problemi? Tutto dipende dal cambiamento del valico di frontiera - ha detto il vice primo ministro Maricic ospite al programma "Thelma".

Grecia: hai avuto abbastanza tempo per cinque anni

Maricic ha anche detto che la Macedonia non ha informato nessuno che i nostri documenti di viaggio non sono più validi dopo il 12 febbraio, ma semplicemente che sono entrati in vigore i termini dell'accordo di Prespa. In precedenza il ministro degli Esteri Bujar Osmani aveva spiegato che il Paese non ha l'obbligo di informare i paesi del mondo che i passaporti non sono più validi dopo il 12 febbraio, ma la Grecia lo ha fatto con una nota e ogni paese deciderà sulla questione separatamente.

Finora il Ministero degli Affari Esteri (MAE) non ha pubblicato un elenco in modo che i cittadini sappiano esattamente quali paesi non causeranno problemi se viaggiano con passaporti con il vecchio nome, ma le informazioni arrivano una per una. L'ultima informazione è che Austria e Croazia hanno compreso il problema dei documenti di viaggio, quindi i cittadini macedoni possono esercitare liberamente il loro diritto alla libera circolazione in questi due paesi con i loro vecchi passaporti validi con il nome della Repubblica di Macedonia.

Non puoi lasciare la Macedonia senza un nuovo passaporto, ma puoi partire con una carta d'identità valida con il vecchio nome costituzionale e viaggiare in Serbia, Kosovo, Albania e Bosnia con questo documento.

Il ministro degli Esteri greco Giorgos Gerapetritis ha ribadito che il paese ha cinque anni di tempo sufficienti per modificare i documenti d'identità secondo l'accordo di Prespa.

- Le nostre relazioni con la Macedonia del Nord sono ad un livello estremamente soddisfacente, le relazioni bilaterali si sono sviluppate negli ultimi cinque anni molto di più rispetto ai 15 anni precedenti e sono in continua dinamica, ma dobbiamo avere chiaro che l'adesione all'Accordo di Prespa dovrà essere rigorosi e completi, in modo da poter discutere allo stesso livello - ha affermato Gerapetritis al parlamento greco.

Lui ha ribadito che l'accordo di Prespa è un accordo internazionale, che non può essere modificato da nessuna delle parti, e ha sottolineato che il governo greco ne segue da vicino l'attuazione.

- L'adeguamento dei documenti di viaggio è legato al periodo di transizione tecnica di cinque anni di cui disponeva il paese vicino. Ha avuto la possibilità nel termine di cinque anni di apportare i necessari adeguamenti, sia in relazione ai documenti stradali sia in relazione alle targhe dei veicoli privati. Finora questo non è stato portato a termine, non per responsabilità della Grecia, ma perché ci sono stati problemi burocratici, organizzativi o di altro tipo da parte della Repubblica di Macedonia del Nord - ha detto Gerapetritis.

Dopo la scadenza del termine, il 12 febbraio, circa 650.000 cittadini sono rimasti senza nuovi passaporti a causa della scarsa organizzazione del Ministero degli Interni e della fornitura prematura di moduli sufficienti. Il vice primo ministro Maricic ha informato che finora sono stati rilasciati circa 1.350.000 passaporti, questo mese sono arrivati ​​300.000 moduli e altri 300.000 in giugno, per cui entro settembre si prevede il rilascio di un totale di 1.900.000 passaporti con il nuovo nome costituzionale.
Il ministro tecnico degli Interni Panče Toškovski ha informato che la produzione giornaliera di passaporti aumenterà a 3.300 e che al mese verranno stampati 75.000 passaporti.

LDP: i passaporti dovrebbero essere validi fino alla data di scadenza, ma con il sigillo della Macedonia del Nord

I deputati del Partito Liberal Democratico (LDP) propongono anche un emendamento alla legge sui documenti di viaggio, ha informato il partito.

- Le integrazioni proposte mirano a migliorare i documenti di viaggio e a definire regole chiare per i cittadini, che consentiranno la libera circolazione dei cittadini fuori frontiera e il ritorno possedendo un documento di viaggio valido, cioè un documento di viaggio che contenga il sigillo della Repubblica del Nord Macedonia con cui lo Stato conferma l'identità della persona ed è valido fino alla scadenza del periodo di validità del documento di viaggio - chiarimenti del LDP.

Secondo il LDP questa iniziativa è motivata dalla necessità di rispettare coerentemente i diritti alla libertà di movimento costituzionalmente garantiti.

- Riteniamo che un documento di viaggio valido come conferma con cui lo Stato garantisce l'identità del suo proprietario possa essere valido con il sigillo della Repubblica della Macedonia del Nord fino alla scadenza del suo periodo di validità, per poi essere opportunamente sostituito con un nuova forma. Riteniamo che ciò non violi l'Accordo di Prespa - afferma il LDP.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno