L'Iran ha diffuso i dettagli dei missili e dei droni utilizzati nell'attacco a Israele

I media statali iraniani hanno diffuso i dettagli delle armi utilizzate nell’attacco senza precedenti contro Israele lo scorso fine settimana, compresi missili a lungo raggio in grado di volare per quasi 2.000 chilometri, il doppio della distanza necessaria per raggiungere Israele, ha riferito la DPA.

Secondo l'agenzia di stampa statale ISNA, Teheran ha utilizzato missili balistici a medio raggio Emad e Khaybarshekan. La versione moderna dell'Heybarshekkan ha un'autonomia fino a 1.800 km. I missili "Emad" possono trasportare una testata del peso di circa 750 chilogrammi e volare per almeno 1.700 chilometri. Secondo l'agenzia di stampa IRNA, sarebbero stati lanciati da silos missilistici sotterranei.

La distanza dall’Iran occidentale a Israele è di circa 1.000 chilometri, ha riferito la DPA e ricorda che l’Iran ha dichiarato Israele nemico dopo la rivoluzione islamica del 1979.

Nel fine settimana Teheran ha lanciato un attacco diretto contro Israele che, secondo fonti israeliane, ha utilizzato circa 300 missili e droni. L’attacco ha accresciuto i timori di un grave conflitto in Medio Oriente. L'attacco è avvenuto dopo che l'Iran ha minacciato di ritorsioni per un attacco aereo contro la sua ambasciata a Damasco il 1 aprile che ha ucciso due generali e altri ufficiali. Si ritiene che l'attacco sia stato compiuto da Israele, cosa che Tel Aviv non ha né negato né confermato. Secondo l'IRNA, nell'attacco l'Iran ha utilizzato anche missili da crociera Paveh, capaci di raggiungere una velocità di 900 km/h. Oltre ai missili, Teheran ha utilizzato nell’attacco contro Israele anche i droni Shahed-136, gli stessi che la Russia sta utilizzando contro l’Ucraina.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno