Intervista a Betty Kotovchevska: Non bisogna nascondere i propri sentimenti, le lacrime sono un purgatorio per le nostre anime

Foto: Archivio privato

"A novembre mi sono posta la sfida di fare il bagno ogni giorno in acqua fredda e l'ho chiamata 'Per tutti gli uomini di questo mondo.' È devastante il numero di suicidi tra gli uomini, è devastante che gli uomini siano così depressi e non parlino apertamente."

Betty Kotovchevska è una ragazza di 28 anni di Resen, che segue il lavoro dell'atleta olandese di fama mondiale Wim Hof. Dice che la sua filosofia di apprendimento e di bagno in acqua fredda gli ha cambiato la vita.

La "Macedone dei ghiacci" ha battuto il suo record personale nel marzo di quest'anno, immergendosi in acque la cui temperatura era di -34 gradi, in Lapponia. "Poi il percorso della vita mi ha portato a Zanzibar", un viaggio che secondo lui è stato un'esperienza indimenticabile.

A novembre, mentre si svolgeva una delle più importanti campagne rivolte alla popolazione maschile e alla sua salute, si è sfidata a fare il bagno ogni giorno nell'acqua fredda, un'impresa che dedica a tutti gli uomini del mondo.

Foto: Archivio privato

Betty, tu sei già la più grande ambasciatrice macedone del metodo Wim Hof, l'uomo che detiene diversi record mondiali in imprese di resistenza al freddo. Come ti sei sentito quando Wim Hof ​​ti ha postato di recente sul suo account Instagram?

– Onestamente, il mio desiderio più grande era che Wim Hof ​​ascoltasse la mia presentazione. Volevo che sapesse che il suo metodo mi ha aiutato a rinascere, letteralmente. Per andare nel profondo di me stessa, quando ho toccato il fondo, dopo l'incidente d'auto. Chiunque abbia legato al letto il mio bambino interiore iperattivo, non riesco a gestire quelle emozioni. Era un boccone troppo grande per una ragazza di 18 anni che stava costruendo il suo sogno da 10 anni. Tutti i miei sogni sono falliti, i medici mi hanno detto che rimarrò con una sorta di disabilità. Mi ha spezzato in un milione di pezzi. La strada non è stata facile, mi sono motivato e nei giorni bui mi sono detto: "Se mi mettono su questo pianeta, allora combatterò fino alla fine". Devo riportare indietro la vecchia Betty.' Alla fine ho scelto la versione più forte e potente di me stesso, utilizzando il metodo Wim Hof.
Per quanto riguarda il suo post, le mie emozioni sono ancora contrastanti. È stato pubblicato dall'unico uomo sul pianeta terra che ha stabilito 26 record mondiali per dimostrare e mostrare a tutti che la natura può curare le nostre malattie. Non siamo la natura. Appena ho finito di bagnarmi nell'acqua fredda, ho visto che ero stato taggato dal profilo ufficiale di Wim Hof. Non potevo credere a quello che vedevo: piangevo, ridevo, piangevo e provavo tutte le emozioni possibili in un momento. Il sogno è diventato realtà. Ho avuto l'opportunità di parlare con lui e dirgli che è il mio secondo padre e sono orgoglioso di trasmettere le sue conoscenze a molte persone intorno a me. Oggi Betty motiva milioni di persone in tutto il mondo.

Foto: Archivio privato

Nel frattempo hai già raggiunto il tuo nuovo record personale: nuotando a meno 34 gradi Celsius in Lapponia. Qual è la tua prossima sfida?

– La mia prossima sfida è battere il mio record. L’unica persona con cui posso competere sono me stessa. Sono l'unica donna che è scesa a meno 34 e porto con orgoglio il titolo di "regina dei ghiacci". Quando potevo fare meno 34, penso di poter fare molto di più. Uno dei miei più grandi desideri è visitare la Siberia.

Foto: Archivio privato

Durante l'estate hai trascorso diversi mesi a Zanzibar, una destinazione per molti versi diversa dalle altre. Quali sono le impressioni e le esperienze che ottieni da lì?

– Mentre tenevo il mio seminario sui bagni in acqua fredda in Lapponia, ho ricevuto un’offerta di lavoro a Zanzibar. Onestamente non mi aspettavo di trasferirmi dalla Lapponia quest'anno, ma devo farlo.
Zanzibar è stata per me un'esperienza unica e indimenticabile. In Africa ho aperto il mio cuore e la mia anima. Ogni giorno vedo persone che non hanno nulla di materiale e sono molto felice. In Africa ho imparato la lezione più importante della mia vita: essere contento e felice con tutto ciò che ho e con tutto ciò che non ho.

Foto: Archivio privato

Com'era la tua vita quotidiana in questa destinazione tropicale? Com’è stato vivere lì con la gente del posto?

- Zanzibar è un'isola molto dinamica, dove vivono circa due milioni di persone. Nei documenti non è tanto, ma in realtà potrebbe essere di più (ride). Ogni giorno esplori e visiti luoghi meravigliosi, sentendoti come in un sogno, la natura ha dato loro tutto. Ho apprezzato le profondità dell'Oceano Indiano, le spiagge sabbiose e gli indimenticabili frutti tropicali. Mi è piaciuta la cultura, tutti gli aspetti positivi e, soprattutto, le persone giocose di tutti i giorni intorno a me, ho riportato in vita il bambino dimenticato che ama ballare. La gente del posto mi ha accettato come locale fin dal primo giorno. Sono sempre desiderosi di aiutarti e servirti il ​​più possibile. Lì ho ottenuto un nuovo soprannome: Beatrice.
Ho attraversato la Tanzania, poi sono andato in Kenya, bella gente ovunque.

Foto: Archivio privato

Se devi scegliere: Lapponia o Zanzibar?

- Onestamente, finora sono stato in 33 paesi nel mondo, ma penso che tornerò in Lapponia per il resto della mia vita. Provo lo stesso amore per l’Africa. La Lapponia è il mio cuore e Zanzibar ha una parte della mia anima.

Foto: Archivio privato

Novembre era il mese della salute maschile e in quell'occasione ci si sfidava a fare un bagno quotidiano nell'acqua fredda. Qual è il tuo messaggio agli uomini?

– A novembre mi sono posta la sfida di fare il bagno ogni giorno nell'acqua fredda e l'ho chiamata "Per tutti gli uomini di questo mondo". Il numero di suicidi tra gli uomini è scioccante, è scioccante che gli uomini siano così depressi e non parlino apertamente. Nei Balcani c'è una credenza sbagliata: "Sei un uomo, non devi mostrare sentimenti".
Sul mio profilo Instagram ho motivato molti uomini a partecipare a questa sfida. Onestamente, è fantastico. Oltre agli uomini, anche molte donne hanno espresso il loro sostegno.
Il mio messaggio a tutti gli uomini è: "Tutte le persone su questo pianeta sono costituite da sentimenti ed emozioni, è molto importante non seppellire tutti questi sentimenti nei nostri corpi, perché lo stato mentale dirige la nostra salute fisica. Parla dei tuoi sentimenti senza paura, senti senza vergogna. Le lacrime sono il purgatorio della nostra anima: piangi, ridi, urla. Tutto è permesso, questo è un mondo libero, e questo non ti rende meno uomo. Ti rende un uomo meraviglioso."
Non esistono cose maschili e femminili quando si parla di emozioni, tutti abbiamo il diritto di sentirle e parlarne.

Foto: Archivio privato

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno