I Paesi Bassi stanno indagando su Booking per aver affittato proprietà negli insediamenti israeliani

Booking.com

I pubblici ministeri olandesi stanno valutando le accuse penali contro la piattaforma di affitto di alloggi Bukling per aver pubblicizzato proprietà nei quartieri israeliani. L'organizzazione no-profit olandese SOMO ha dichiarato di aver presentato una denuncia al procuratore di stato a novembre insieme ad altri tre gruppi per i diritti umani, ma che ciò non era stato annunciato in precedenza.

Nella denuncia, i gruppi accusano la piattaforma di "trarre profitto da crimini di guerra facilitando l'affitto di case vacanza su terreni rubati alla popolazione indigena palestinese". La procura sta indagando sulla denuncia ma non ha fornito una tempistica per una decisione, ha detto il portavoce Brecje van de Musdijk.

Booking ha affermato di non essere d'accordo con le accuse e che non esistono leggi che vietano la pubblicità di strutture ricettive negli insediamenti israeliani, mentre una serie di leggi statunitensi proibirebbero il disinvestimento nella regione. "Sono state intraprese azioni legali contro altre società che hanno tentato di ritirare le loro attività, e ci aspetteremmo che lo stesso accada nel nostro caso", ha detto un portavoce della società.

SOMO ha riferito che la sua ricerca ha dimostrato che la piattaforma Booking.com ha offerto fino a 70 strutture a Gerusalemme Est e nella Cisgiordania occupata tra il 2021 e il 2023. L'organizzazione sostiene che il denaro ricevuto dall'affitto di queste proprietà è "provento di attività criminale" e che registrando questi proventi nei Paesi Bassi, la società viola le leggi antiriciclaggio del paese.

Gli insediamenti costruiti su terreni occupati da Israele nella guerra del Medio Oriente del 1967 sono considerati illegali dalla maggior parte dei paesi, compresi i Paesi Bassi. La loro presenza è una delle difficoltà fondamentali del conflitto israelo-palestinese.

I palestinesi vogliono creare uno stato indipendente in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza con Gerusalemme Est come capitale. I coloni israeliani fanno riferimento al legame storico degli ebrei con l'area.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno