I cittadini non hanno accesso ai biocomposters, non c'è modo di lasciare i rifiuti, sostiene "Green Humane City"

Foto: Green Humane City

Due mesi fa, il sindaco della città di Skopje, Danela Arsovska, ha promosso il nuovo biocompost per i rifiuti organici, e ora ZHG afferma che l'accesso è chiuso con un cancello e un lucchetto.

I composter per rifiuti organici installati dalla città di Skopje sono chiusi a chiave, trascurati e i cittadini non vi hanno accesso. Lo sostiene l'iniziativa cittadina "Green Human City", da dove sulla propria pagina Facebook ufficiale hanno condiviso le foto dell'impianto di compostaggio allestito nel circolo di PE "Parkovi i Zevillo", da cui si vede che l'accesso è chiuso da un cancello con un lucchetto.

I due consiglieri di "Green Human City" nel Consiglio della Città di Skopje, Dragana Velkovska e Gorjan Jovanovski, sostengono da tempo l'installazione di 10 composter per rifiuti organici, uno in ciascun comune di Skopje, che avrebbero la capacità per 24 ore ciascuno di trattare 2 tonnellate di rifiuti organici ciascuno. I vantaggi dei composter, secondo loro, sono grandi: oltre a trasformare i rifiuti organici in fertilizzante organico, ridurranno la quantità di rifiuti urbani, nonché i costi di trasporto e deposito dei rifiuti di circa il 70%, eliminando l’autoaccensione. di discariche, ridurrà la quantità di gas serra emessi, avvicinerà la città al raggiungimento dell’obiettivo “rifiuti zero” e aumenterà la sostenibilità e la resilienza della città.

Allo stesso tempo, ZHG ha più volte sottolineato che i composter devono essere collocati in modo abbastanza denso negli insediamenti da essere accessibili a tutti gli utenti per garantire la massima efficacia nella gestione dei rifiuti organici. Così, come si suol dire, dopo 4 anni di lotta e innumerevoli proposte, la città di Skopje ha installato 2 composter

Questo è uno di quei cumuli di compost, situato nel quartiere di PE “Parchi e Verde”, ma l'accesso è chiuso da un cancello e da un lucchetto. Anche se arrivi alla compostiera (a cui si accede dalla strada dal giardino botanico), non c'è modo di lasciare i rifiuti e nessuno che sappia come far funzionare la compostiera. Da quando sono state installate, qualche mese fa, le composter hanno raccolto polvere invece di servire allo scopo previsto. Un'altra buona idea è finita nella spazzatura, a causa del concetto di "fare un progetto per motivi di ordine e PR - sostengono da ZHG.

Foto: Green Humane City

Due mesi fa, il sindaco della città di Skopje, Danela Arsovska, ha promosso il nuovo biocomposter per rifiuti organici che, come lei informa, fornisce una soluzione efficace per affrontare il problema dei rifiuti organici per uso domestico, commerciale e industriale, mentre attraverso il processo di compostaggio, tutti i tipi di rifiuti organici vengono convertiti in compost di alta qualità. All'inizio di marzo Arsovska ha ispezionato la formazione e la messa in servizio del secondo nuovo impianto di biocompost.

È stato promosso un nuovo biocompost, i rifiuti verranno trasformati in fertilizzante

Questo nuovo impianto automatico di biocompost ha una capacità di trattamento di 1000 chilogrammi di rifiuti biodegradabili in 24 ore, utilizzando un metodo eco-aerobico, che produce compost di alta qualità pronto per l'uso entro 3-7 giorni. Con questo modo di trattare i rifiuti, il loro volume viene notevolmente ridotto, ovvero 1000 chilogrammi di rifiuti organici vengono trasformati in 150-200 chilogrammi di compost, ovvero una riduzione dall'80 all'85%, facilitando così il processo di utilizzo e stoccaggio . Inoltre, con il processo di compostaggio, i costi di gestione dei rifiuti vengono significativamente ridotti, poiché dai rifiuti organici si ottiene compost di alta qualità per un uso appropriato nelle imprese pubbliche di Skopje - ha annunciato la città di Skopje.

Ci aspettiamo che la Città di Skopje spieghi ai cittadini perché non è consentito l'accesso all'impianto di compostaggio e se è già stato messo in funzione.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno