La città con una spiegazione interessante: le casette natalizie in piazza non erano natalizi

ganci in piazza/Foto: Sloboden pechat/ Slobodan Djuric

Prima di Capodanno nella piazza del paese venivano piazzate delle casette di legno, ora è aprile, e stanno ancora nella piazza, chiuse, incatenate e senza scopo. Aspetteranno anche le vacanze di Pasqua e, secondo la risposta della città di Skopje, anche il prossimo Capodanno.

Una fontana ricoperta da un telo strappato e fuori uso anche con le alte temperature diurne di Skopje, case di legno disposte senza alcuna funzione attorno alle sfere di pietra che incorniciano lo spazio della fontana a pavimento non più in funzione da anni - questo è il immagine della piazza cittadina, che è la prima sede di passaggio dei turisti che in questo periodo visitano in gran numero la città. Se a ciò si aggiungono le costruzioni iniziate e non finite nella piazza e la scarsa igiene pubblica, è chiaro che una visita al centro della nostra città non può riportare alla mente tanti bei ricordi.

Gli abitanti di Skopje hanno quasi fatto i conti con il fatto di vivere in città negli ultimi anni. Ma le autorità cittadine si vergogneranno mai davanti ai loro cittadini e ai visitatori per quanto non si preoccupino di Skopje?

ganci in piazza/Foto: Sloboden pechat/ Slobodan Djuric

Prima del nuovo anno, nella piazza del paese venivano allestite delle casette di legno dove venivano venduti vari ninnoli di Capodanno per le festività. Ormai è aprile e le case sono ancora in piazza, chiuse, sprangate e senza scopo. Vedranno anche le vacanze di Pasqua e, secondo la risposta ricevuta dalla Città di Skopje alla domanda sul perché le case sono ancora in piedi sulla piazza, vedranno anche il prossimo Capodanno. Perché non erano natalizi ma multiuso.

Le case sulla piazza non sono di Capodanno, hanno diversi scopi e vengono utilizzate attivamente per la promozione di eventi e attività delle scuole della città di Skopje e di altre istituzioni, previste durante tutto l'anno - sostiene la città di Skopje.

ganci in piazza/Foto: Sloboden pechat/ Slobodan Djuric

Resta da vedere per quale prossima manifestazione verranno utilizzati, quando saranno già lasciati ad "occupare" e profanare il centro di Skopje.

Nell'ambito del progetto "Skopje 2014", sono state realizzate una serie di costose fontane in piazza "Macedonia" e in piazza "Filip II". Che piacciano o meno a qualcuno, per loro sono stati spesi milioni di somme, tanto che ora sono coperti e senz'acqua. L'anno scorso, a luglio, i turisti scattavano foto accanto alle fontane vuote, dopo che erano state aperte brevemente a maggio, e poi spente senza alcuna spiegazione da parte delle autorità, più precisamente della PE "Vodovod i Kanaliza", un'impresa che si occupa di il loro mantenimento.

Fontana sulla piazza/Foto: Sloboden pechat/Slobodan Djuric

In piena estate dello scorso anno, l'azienda ha finalmente risposto che erano spenti per pulirli, perché si erano sporcati a causa delle frequenti piogge.

Non c'è risposta da lì adesso. Non rispondono quando verranno messe in funzione, né hanno date fisse nell'anno in cui le fontanelle verranno accese e spente o dipende dal tempo? Forse dipende dallo “umore” delle autorità cittadine e della gestione dell'impresa pubblica, oppure si cerca di risparmiare acqua.

Aspettiamo che l'“Acquedotto e Fognatura” lo spieghi ai cittadini che si chiedono perché nonostante le alte temperature la fontana continua a non funzionare, la quale, per la mancanza di ombre naturali, garantisce solo un certo refrigerio alla piazza.

Skopje come nessun'altra città: i turisti scattano foto accanto a fontane spente, le autorità affermano che dovevano pulirle

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno