I tedeschi pagheranno 500 euro in più per il gas all'anno

Foto: EPA / Eustream

Le famiglie tedesche dovranno pagare 500 euro in più all'anno per il gas dopo che il paese ha introdotto una tassa di 2,4 centesimi per kilowattora di gas da ottobre per aiutare gli importatori a pagare costi aggiuntivi a causa della diminuzione delle forniture di gas russe. Una tale decisione ha esercitato una grande pressione su Berlino e il pubblico chiede misure aggiuntive per ridurre i propri consumi, scrive "Euractive".

Per una famiglia media di quattro persone, il canone annuo ammonterà a circa 480 euro, ovvero un aumento di circa il 13%, secondo i calcoli della piattaforma di comparazione prezzi di "Verivox".

"L'alternativa sarebbe stata il crollo del mercato energetico tedesco, e con esso gran parte del mercato energetico europeo", ha affermato il ministro dell'Economia Robert Habeck a proposito del prelievo.

Robert Hubek / Foto EPA-EFE / FILIP CANTANTE

Il modello energetico della Germania dipendente dalla Russia è fallito e non tornerà, ha detto Habeck ai giornalisti.

"Dobbiamo cambiare rapidamente la nostra politica. Allo stesso tempo, dovremo sopportare alcuni momenti turbolenti", ha detto Habek.

Il settore sarà anche soggetto a costi più elevati, con la Federazione siderurgica tedesca che afferma che aggiungerà circa 500 milioni di euro all'anno alle bollette energetiche del settore, oltre ai costi aggiuntivi di 7 miliardi di euro già attribuiti agli alti prezzi dell'energia.

"Il supplemento gas aumenta notevolmente la pressione sui costi già esercitata sull'industria siderurgica dagli aumenti estremi dei prezzi nei mercati energetici", ha affermato il presidente della Steel Federation Hans Jürgen Kerchoff.

Video del giorno