The Guardian: I turisti in Grecia sono poco informati sui pericoli dell'ondata di caldo

Turisti stranieri sull'Acropoli/Foto: EPA-EFE/KOSTAS TSIRONIS

"Mentre la Grecia è attanagliata da temperature insolitamente elevate, crescono i timori che i visitatori stranieri non siano consapevoli o siano male informati sui pericoli della sovraesposizione al clima caldo", scrive il britannico Guardian.

In un rapporto intitolato "I visitatori in Grecia sembrano male informati sul rischio di ondate di caldo, avvertono i soccorritori" di Elena Smith, il giornale rileva che nell'ultima settimana sono state avviate tre operazioni di ricerca e salvataggio per turisti dispersi durante le escursioni su isole remote, tra cui una per il popolare conduttore televisivo Michael Moseley, trovato morto sull'isola di Simi.

Moseley è partito con temperature estremamente calde per una passeggiata che si è rivelata fatale quando ha preso la strada sbagliata e si è conclusa con quella che sua moglie ha descritto come una "salita incredibile" attraverso colline impraticabili. Nonostante le intense ricerche con motovedette, sommozzatori, elicotteri, vigili del fuoco, polizia, un drone e un cane appositamente addestrato, ci sono voluti cinque giorni per localizzare il suo corpo. Si ritiene che il caldo abbia avuto un ruolo chiave nella sua morte.

Nei giorni scorsi i servizi di emergenza sono stati chiamati anche su altre due isole remote, Samos e Amorgos, per cercare un anziano olandese e un cittadino americano scomparsi lungo i sentieri escursionistici.

Eric Calibet, 59 anni, agente di polizia in pensione di Los Angeles e visitatore abituale di Amorgos, è stato visto l'ultima volta martedì mentre camminava da solo sull'isola delle Cicladi. È partito alle 7 del mattino per un'escursione di quattro ore in un giorno in cui si prevedeva che la temperatura superasse i 37 gradi Celsius. Giovedì scorso, quasi 48 ore dopo che il suo compagno di stanza aveva denunciato la sua scomparsa alla polizia, il 59enne era ancora disperso. Si ritiene che il suo ultimo contatto conosciuto sia un messaggio che ha inviato dal suo cellulare a sua sorella.

Anche un'operazione di ricerca a Samos - che ha coinvolto una squadra di soccorso, quattro droni, un cane antidroga trasportato da un aereo di Atene e un elicottero dell'agenzia europea Frontex - non è riuscita a trovare il 74enne cittadino olandese, che era partito allo stesso modo una camminata di cinque ore e scomparve.

Dimitris Katatsis, capo della squadra di soccorso di Samos, afferma che le missioni sono spesso rese difficili perché i turisti, spesso ignari dei pericoli, "escono dai sentieri battuti" per vedere i siti e poi si perdono. "Ieri abbiamo visto una coppia [di stranieri] camminare su un sentiero a 41 gradi Celsius senza cappello", ha detto ai media locali. "Va contro la logica."

La Grecia, come scrive il quotidiano britannico, è in prima linea nell’emergenza climatica, con temperature più elevate, con il record di 48 gradi centigradi registrato nell’estate del 2023.

Quest'anno si registrano temperature record già a giugno. Diverse scuole sono state chiuse, il Ministero della Cultura è stato costretto a chiudere ai visitatori l'Acropoli e altri siti archeologici. I volontari della Croce Rossa hanno distribuito migliaia di bottiglie d'acqua gratuite e il municipio di Atene ha allestito stazioni di raffreddamento. Giovedì a Chania, a Creta, la colonnina di mercurio ha raggiunto i 44,5 gradi Celsius.

Il caldo estremo e i pericoli che comporta aumentano la richiesta di una migliore manutenzione e segnaletica dei sentieri.

"Mi piacerebbe vedere più telecamere di sicurezza e illuminazione su questi percorsi", ha detto il sindaco di Symi Eleftherios Papakalodoukas.

"Se c'è una lezione da imparare dalla tragedia della morte di Moseley, è che questi sentieri necessitano di cure migliori affinché le persone non si perdano." Il presentatore della BBC non aveva con sé il cellulare quando ha iniziato la sua passeggiata.

Le autorità locali hanno chiesto una migliore informazione per i turisti. Un consigliere comunale di Chios ha affermato che i club escursionistici in aree remote che hanno l’esperienza e la capacità di migliorare i sentieri dovrebbero essere meglio supportati finanziariamente e tecnologicamente per garantire che non siano così pericolosi.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 100 DENARI

Video del giorno