FOTO | Nel 2026 la Sala Universale aprirà le sue porte ai visitatori, ammodernata, ma con circa 300 posti in meno.

Sala Universale / Foto: "Free Press" / Dragan Mitreski

In relazione alle affermazioni del sindaco Danela Arsovska secondo cui il progetto non è sicuro, il progettista Bujar Mucha sostiene che al progetto non manca né la sicurezza né c'era né ci sarà.

Dopo una settimana dall'ingresso degli escavatori che hanno iniziato a ripulire l'area vicino alla Sala Universale da tutta la spazzatura e dai rifiuti edili rimasti due anni dopo l'interruzione della ricostruzione, oggi il Ministro della Cultura Bisera Kostadinovska-Stojchevska ha annunciato che la ricostruzione finalmente continua.

Secondo le previsioni i lavori di costruzione dureranno circa tre anni, quindi verso la fine del 2026 la sala di culto dovrebbe essere riaperta ai visitatori.

Bisera Kostadinovska-Stojchevska / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

La Sala Universale ha un valore emotivo per gli abitanti di Skopje e per il pubblico. Manca a Skopje, manca agli artisti e agli operatori culturali. Lo sappiamo da anni e non potevamo continuare a lasciare che questo edificio cadesse in rovina. Motivati ​​proprio dall'importanza della Sala Universale, nonché dal silenzio e dall'inerzia della città di Skopje, il governo e il Ministero della Cultura hanno deciso di assumersi le responsabilità in modo che possiamo finalmente affrontare la ricostruzione senza interruzioni e consentire l'edificio torni a funzionare - ha indicato il Ministro della Cultura, che ha aggiunto che sono stati forniti i fondi per la ricostruzione complessiva.

Sala Universale / Foto: "Free Press" / Dragan Mitreski

Il valore stimato per l'esecuzione dei lavori di costruzione e per la supervisione della ricostruzione della Sala Universale è di poco più di un miliardo di denari ovvero circa 16 milioni di euro. L'investitore è il Ministero della Cultura e l'appaltatore è la società "Universal Balkan", che più di due anni fa è stata incaricata dalla città di Skopje di restaurare l'edificio. Secondo il contratto, l'appaltatore ha l'obbligo di completare la prima fase della ricostruzione, che comprende il rifacimento della facciata e del tetto, entro 90 giorni. Per la costruzione della sala quest’anno sono stati stanziati 120 milioni di denari dal bilancio statale, per il 2025 e il 2026 443.818.000 denari ciascuno.

Sappiamo cosa significa sviluppo della cultura e non è possibile senza questa struttura multifunzionale. Questa sala appartiene a tutti: agli artisti, agli attori culturali e soprattutto al pubblico. Pertanto, la nostra missione nei prossimi tre anni sarà quella di organizzare questo spazio come si addice a Skopje. È un onore, ma sento anche una grande responsabilità che l'intero processo di ricostruzione avvenga con professionalità, competenza e dedizione, così come ci impegniamo a promuovere la cultura - ha sottolineato Kostadinovska-Stojchevska.

Sala Universale / Foto: "Free Press" / Dragan Mitreski

La ricostruzione viene eseguita secondo il progetto di "Megaron Engineering". Il designer Bujar Mucha ha spiegato che il progetto è stato completato in tutte le sue fasi dal 2021, e ora è a disposizione degli appaltatori per completare la prima fase, e poi attraverso la gara d'appalto per continuare con quella che è la fase tecnica e gli interni. Secondo lui il palco e la zona del pubblico verranno completamente ammodernati, ma il numero dei posti a sedere sarà ridotto di circa 300 a causa delle nuove norme architettoniche, ma anche per l'aspetto della protezione antincendio.

Sala Universale / Foto: "Free Press" / Dragan Mitreski

Per quanto riguarda l'affermazione del sindaco Danela Arsovska secondo cui il progetto non è sicuro, Mucha sostiene che le carenze del progetto in termini di sicurezza non ci sono state né ci saranno.

Il progetto è stato sottoposto due volte a tutte le istituzioni che controllano e danno pareri. Come ogni ricostruzione, c'era bisogno di una o due travi in ​​più, che abbiamo sistemato insieme alla direzione, abbiamo ridisegnato tutta la parte attorno alla statica, abbiamo ricevuto ancora una volta una revisione positiva e un altro parere positivo da IZIIS - ha sottolineato il progettista.

Non ritiene che a causa dell'influenza atmosferica si siano verificati gravi danni alla costruzione nel periodo trascorso mentre la costruzione era interrotta.

Tra l'altro, alla cerimonia di oggi per la continuazione della ricostruzione erano presenti il ​​sindaco del Comune di Centar, Goran Gerasimovski, l'ex primo ministro Dimitar Kovacevski, nonché i rappresentanti dell'impresa appaltatrice e dell'ente supervisore.

Sala Universale / Foto: "Free Press" / Dragan Mitreski

La ricostruzione della Sala Universale è un "mal di testa" sia per la città di Skopje che per il governo

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno