FOTO | Scandaloso: Besia Ilyazi ha proibito ai medici di prepararsi per i giornalisti

Besia Ilyazi / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

Nella Clinica tossicologica di Skopje è emerso un rapporto scandaloso, firmato dalla direttrice economica Besija Ilyazi. Ieri, 20 maggio, ha emesso un'ordinanza in due lingue, macedone e albanese, ai dipendenti della Clinica tossicologica, introducendo la censura. Ciò avviene dopo che professori con 30 anni di esperienza hanno rivelato che lei vuole assumere 18 persone di cui la Clinica non ha bisogno e alcune delle quali non hanno le qualifiche adeguate.

Tra loro c'è il paramedico che ha ammesso pubblicamente davanti alla telecamera di aver chiesto al tecnico di laboratorio della clinica di sostituire l'urina contenente farmaci con urina pulita, ma il servizio gli è stato rifiutato. Inoltre, i dipendenti in una conferenza stampa hanno sottolineato che la clinica non è assicurata e che un tempo il laboratorio di tossicologia lavorava illegalmente, cioè senza i necessari requisiti legali per un biologo. La direttrice ha poi tenuto la sua conferenza stampa solo in albanese, che i media hanno abbandonato perché impossibilitata a lavorare.

Sono vietate la partecipazione non autorizzata, il rilascio di dichiarazioni pubbliche mediante interviste e l'indizione di conferenze stampa. È vietata la convocazione non autorizzata di conferenze per i media cartacei ed elettronici, il rilascio di interviste, ecc., che potrebbero danneggiare gli interessi e la reputazione della clinica. Incontri con giornalisti di altri media, solo previa notifica dell'agente il direttore, scrive nell'ordine.

Negli articoli 30 e 31 dello Statuto della Clinica Tossicologica non c'è alcuna disposizione che consenta al direttore economico di introdurre una censura, ma ci sono molte responsabilità per il direttore economico, tra cui il rispetto dell'orario di lavoro, il funzionamento economico della clinica, ecc. .

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno