"Finance Think": i sussidi per l'elettricità e il blocco dei prezzi dovrebbero finire

Foto: "Free Press" - Dragan Mitreski

Le misure del governo per far fronte alla crisi dei prezzi alimentari ed energetici hanno protetto i cittadini? Questa è la domanda alla quale l'Istituto per la ricerca e la politica economica "Finance Think" ha chiesto una risposta nella sua analisi.

Le misure messe in atto dal Governo per fronteggiare la crisi dei prezzi alimentari ed energetici hanno consentito di risparmiare una parte significativa del reddito delle famiglie, soprattutto di quelle più povere, ma molti soldi sono stati spesi per misure non mirate che hanno dato privilegi a chi poteva hanno dovuto affrontare da soli i costi, dimostra l'analisi dell'Istituto per la ricerca e la politica economica "Finance Think". Da lì, dicono che le sovvenzioni per l’elettricità e il congelamento dei prezzi dovrebbero finire.

"È fondamentale che il governo continui con il processo di riduzione ed eliminazione delle misure non mirate. Considerando l'andamento relativamente favorevole dei corsi di borsa delle fonti energetiche, la fase di uscita dalle agevolazioni sui prezzi dell'energia elettrica e termica dovrebbe concludersi prima e al più tardi entro la fine di quest'anno. È necessario pensare a sostituire una misura non mirata per il congelamento dei prezzi dei prodotti alimentari di base con un altro contingente di misure, a seconda dei problemi che possono essere presenti sul terreno. Se vi è una contrattazione sleale sui prezzi dei prodotti alimentari, in condizioni in cui la crescita dei prezzi degli input nel processo produttivo o dei prezzi delle importazioni è significativamente ridotta, e per alcuni prodotti addirittura negativa, allora i meccanismi della legislazione antimonopolio dovrebbero essere imbrigliato", scrive nell'analisi.

"Finance Think" rileva che in termini di misure relative alle entrate, il loro targeting e la loro calibrazione più ristretti sono necessari per sostenere il consolidamento fiscale. Ciò vale in particolare per l’importo della spesa per le pensioni. Integrare le pensioni, ad eccezione delle pensioni più basse, oltre l'adeguamento legale previsto, rappresenta un rischio per il fondo pensione e per il bilancio centrale, in generale.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno