L’UE ha prorogato di un altro anno le sanzioni introdotte a causa dell’annessione russa della Crimea

Crimea / Foto: Arthur Lookyanov / Alamy / Alamy / Profimedia

Il Consiglio dell'UE ha deciso oggi di estendere fino al 23 giugno 2025 le sanzioni introdotte in risposta all'annessione illegale della Crimea e della città di Sebastopoli da parte della Russia.

Le misure restrittive contro la Russia legate all’annessione sono state introdotte per la prima volta nel giugno 2014 e comprendono il divieto di importazione nell’UE di prodotti originari della Crimea o di Sebastopoli, nonché di investimenti infrastrutturali o finanziari e di servizi turistici in questi territori.

Inoltre, le sanzioni vietano l’esportazione di determinati beni e tecnologie dall’UE alla Crimea, che potrebbero essere utilizzati nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell’energia o per l’esplorazione e la produzione di petrolio, gas e risorse minerarie.

- L'UE non riconosce e continua a condannare l'annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Federazione Russa come violazione del diritto internazionale. Dal 2022, la Russia ha ulteriormente violato la sovranità e l'integrità territoriale dell'Ucraina con la sua guerra di aggressione non provocata e ingiustificata contro l'Ucraina. L'UE resta ferma nel suo impegno a favore dell'indipendenza, della sovranità e dell'integrità territoriale dell'Ucraina all'interno dei suoi confini riconosciuti a livello internazionale e del suo diritto intrinseco all'autodifesa contro l'aggressione russa, e si impegna ad attuare pienamente la sua politica di non riconoscimento, si legge nella dichiarazione del Consiglio aggiunto.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno