L'Unione europea non creerà problemi per chi viaggia con il passaporto nella Repubblica di Macedonia, dice Toškovski

Il vecchio e il nuovo passaporto macedone/Foto: Sloboden pechat/Dragan Mitreski

Il ministro tecnico degli Interni Pance Toshkovski ha dichiarato di aver ricevuto oggi una lettera da Bruxelles in cui si afferma che l'Unione europea non porrà problemi se i cittadini macedoni dovranno viaggiare con passaporti con la vecchia denominazione costituzionale.

Toshkovski, questa mattina ospite della trasmissione "I love Macedonia", ha nuovamente invitato i deputati al Parlamento ad appoggiare gli emendamenti volti a prolungare la validità dei documenti di viaggio.

-Oggi mi è stato comunicato per iscritto dove si è riunito il comitato dei documenti di viaggio della Commissione europea, mi è stato comunicato dall'ambasciatore belga. Comprenderanno il problema e saranno il più corretti e sobri possibile nei confronti dei nostri cittadini. I nostri cittadini che sono fuori dalla Macedonia, 70.000 hanno il vecchio nome in Germania, i tedeschi lo hanno come dato, noi non li abbiamo. Potranno andare in Ungheria e nella Repubblica Ceca senza problemi, ma non potranno lasciare la Macedonia se tornano a casa. Il Comitato europeo dà un parere ai paesi per avere un'intesa. E quello che stiamo facendo, solo la Macedonia, oltre alla Grecia, violerà il diritto umano fondamentale alla libertà e al movimento, perché i deputati della struttura dominante, dell'SDSM e della DUI, non vogliono premere un solo pulsante, ha detto.

Il ministro Toškovski ha sottolineato che si possono produrre solo 3.000 nuovi passaporti al giorno, ma in condizioni ottimizzate, ed ha sottolineato che la cosa più importante è non perdere la continuità e il dinamismo nella consegna dei moduli.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno