L’UE importa principalmente miele dalla Cina e lo esporta in Gran Bretagna

Fiera del miele / Foto: Sloboden pechat/ Slobodan Djuric

Nel 2023, gli Stati membri dell’Unione Europea hanno importato 163.700 tonnellate di miele naturale da paesi extra UE, per un valore di 359,3 milioni di euro, secondo Eurostat. Allo stesso tempo, solo 24.900 tonnellate, per un valore di 146,0 milioni di euro, sono state esportate fuori dall'UE. I principali partner dell’Unione Europea sono la Cina per quanto riguarda l’importazione di miele, e la Gran Bretagna per quanto riguarda l’esportazione. I dati delle statistiche ufficiali europee mostrano che l’importazione di miele dai paesi extra-UE proviene principalmente dalla Cina (60.200 tonnellate, ovvero il 37% dell’importazione totale di miele extra-UE). Poi dall'Ucraina (45.800 tonnellate, pari al 28%), Argentina (20.400 tonnellate, pari al 12%), Messico (10.700 tonnellate, pari al 4.700%) e Cuba (XNUMX tonnellate, pari al XNUMX%).

"Rispetto al 2013, l'importazione di miele al di fuori dell'UE è aumentata del 20% (da 136.300 a 163.700 tonnellate) e l'esportazione verso i paesi al di fuori dell'UE del 14% (da 21.700 a 24.900 tonnellate), ha riferito Eurostat, riportato H1. La Gran Bretagna detiene la quota maggiore nell'esportazione di miele dall'UE, in cui l'anno scorso gli Stati membri dell'Unione Europea hanno esportato 4.300 tonnellate (pari al 17% del totale delle esportazioni di miele al di fuori dell'UE). Seguono Arabia Saudita (3.500 tonnellate, 14%), Svizzera (3.400 tonnellate, 13%), Stati Uniti (3.300 tonnellate, 13%) e Giappone (2.500 tonnellate, 10%). Il più grande importatore di miele, se si considerano i singoli Stati membri, è stata la Germania, che rappresentava anche un quarto delle importazioni totali nell’UE – 41.000 tonnellate.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno