Il PPE punta alla carica di presidente del Consiglio Ue per un "mezzo" mandato

Il Partito popolare europeo (PPE) ha proposto ai socialdemocratici di "condividere" la carica di presidente del Consiglio europeo con un mandato di 2,5 anni ciascuno, ha riferito Politico citando fonti diplomatiche.

Secondo il Trattato UE, il mandato del Presidente del Consiglio Europeo dura 2,5 anni con diritto di rielezione. L’attuale presidente del Consiglio, Charles Michel, è stato eletto nel 2019 e, allo scadere del mandato di 2,5 anni, è stato rieletto a tale carica.

Ora il PPE propone che l'Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici (SD) nomini il candidato per il primo mandato di due anni e mezzo, mentre nel secondo mandato un rappresentante del Partito popolare europeo venga eletto presidente del Consiglio dell'UE.

A sua volta, durante i primi due anni e mezzo di mandato del Parlamento europeo, questo verrebbe gestito dall’attuale presidente, Roberta Mezzola, che viene dalle file del PPE, e poi la carica verrebbe rilevata da un candidato dell’SD.

Secondo fonti diplomatiche l'accordo prevede anche il sostegno dei socialdemocratici alla rielezione di Ursula von der Leyen a presidente della Commissione europea.

Questa sera a Bruxelles si terrà una riunione informale dei capi di Stato e di governo degli Stati membri dell'UE per discutere dell'elezione delle più alte cariche dell'Unione.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno