Blocco per un'ora sulla strada Novaci - REK "Bitola" dopo l'incidente in cui è morto un abitante di Novaci

Foto: Vaska M. Mladenovska/Sloboden Pechat

I residenti del Comune di Novaci hanno organizzato oggi una protesta di avvertimento con il blocco della strada Novaci REC "Bitola", in cui hanno espresso la loro rivolta per il grave incidente stradale avvenuto venerdì, in cui un residente di Novaci, di 71 anni , che era alla guida di un trattore, è morto è stato investito da un camion pesante che viaggiava su questa strada.

- I promotori di questa protesta sono i giovani del Comune di Novaci che sono indignati e insoddisfatti per tutto quello che sta accadendo nell'ultimo periodo e soprattutto dopo il tragico evento in cui è morto il nostro residente. Il nostro vicino ha perso la vita dopo l'incidente avvenuto venerdì, quando un camion si è scontrato con il trattore guidato dal nostro vicino che abbiamo seppellito ieri. L'altro giorno, un bambino in bicicletta è stato investito a pochi metri di distanza. Noi abitanti di Novaci siamo ogni giorno esposti al pericolo derivante dal traffico intenso di autocarri leggeri e pesanti che transitano su questa strada. I camion che si spostano da e per REK "Bitola" e trasportano carbone, non si sollevano correttamente ma viaggiano ad una velocità maggiore e quindi le nostre vite sono in pericolo. Con questa protesta, oltre a voler esprimere la nostra rivolta, chiediamo che venga accelerata la procedura per la costruzione di una strada alternativa intorno al villaggio e chiediamo alle autorità l'installazione di adeguata segnaletica orizzontale e verticale per il traffico leggero e di telecamere rotanti che registrerà la velocità con cui si muovono i camion. Allo stesso tempo, chiediamo che vengano istituiti controlli regolari di polizia - ha affermato Daniel Petrevski, uno dei promotori della protesta.

Susana Talevska, nuora del defunto abitante di Novaci, che ha partecipato con molta emozione alla protesta, ha chiesto di accogliere le richieste degli abitanti di Novaci e di mettere finalmente ordine nel caos del traffico che si sta verificando sulla strada Novaci-REK "Bitola".

- Questo problema di cui sentiamo parlare nel centro di Novaci non è di ieri. Bisogna mettere ordine perché ogni giorno su questa strada circolano più di 200 camion pesanti carichi di carbone, ha sottolineato il sindaco di Novaci Stevce Stevanovski durante la protesta.

- Le istituzioni che hanno deciso di rifornire di carbone le centrali termoelettriche in questo modo avrebbero dovuto considerare di trovare una soluzione di traffico alternativa. Come sindaco del Comune di Novaci mi impegnerò a costruire in futuro una nuova arteria stradale che collegherà Bitola con REC e si eviterà il transito dei camion pesanti attraverso Novaci - ha detto il sindaco Stevanovski durante la protesta.

In relazione alla protesta degli abitanti di Novaci, AD ESM ha rilasciato un comunicato ufficiale in cui si legge:

- Comprendiamo pienamente le preoccupazioni dei residenti di Novaci circa la sicurezza del traffico che si svolge sulla strada regionale che attraversa il paese. L'ultimo tragico evento vissuto da un abitante di Novaci deve essere davvero l'ultimo. Esprimiamo profondo rammarico e solidarietà alla famiglia della vittima.

Il REC "Bitola" ha fatto passi concreti e ha tenuto un incontro con gli operatori economici che effettuano il trasporto del carbone nella Combina, nel quale è stato sottolineato che la sicurezza dei cittadini è una priorità. L’impianto farà tutto quanto nelle sue possibilità per evitare che accadano simili in futuro.

Invitiamo gli abitanti di Novaci che quotidianamente percorrono la strada regionale Novaci - Bitola, nonché tutti i soggetti che circolano su questa strada, ad attenersi alla segnaletica stradale affissa, nonché alle condizioni della strada. Siamo grati per il costante impegno della polizia macedone, che spesso controlla la circolazione dei veicoli in questo tratto, e incoraggiamo la polizia a sanzionare i guidatori imprudenti ancora più spesso e con più rigore.

REC “Bitola” è partner della comunità locale del paese di Novaci da più di 40 anni e rappresenta non solo la più grande fonte di energia elettrica del Paese, ma anche una fonte di sostentamento e di vita per Novaci. Siamo convinti che con sforzi congiunti supereremo questa sfida - si legge nell'annuncio dell'AD ESM.

 

Il conducente di un trattore ha investito un minore a Kumanovo ed è scappato

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno