Offerte convenienti e gratuite se non hai un nuovo passaporto – Il ritiro di nuovi documenti ha condannato la pre-stagione turistica

Spiaggia a Sivota, Grecia/ foto: Dragan Mitreski

I cittadini rinunciano alle vacanze economiche tra la fine di maggio e l'inizio di giugno, soprattutto in Grecia, perché non hanno nuovi passaporti, che, allo stato attuale, aspettano anche dopo due mesi. Sebbene tutti i paesi della regione, ad eccezione del nostro vicino meridionale, consentano l’ingresso con la carta d’identità, gli operatori del turismo affermano che c’è meno interesse per le vacanze in Albania o Montenegro.

Con offerte economiche last minute, le agenzie nazionali cercano di risparmiare almeno una parte della pre-stagione turistica, che inizia questo lungo fine settimana. I cittadini rinunciano alle vacanze economiche tra la fine di maggio e l'inizio di giugno, soprattutto in Grecia, perché non hanno nuovi passaporti, che, allo stato attuale, aspettano anche dopo due mesi.

I più colpiti in questo periodo sono i pensionati, che durante questo periodo hanno utilizzato le agevolazioni, che ora prenotano "alla cieca" un posto per settembre, perché la realizzazione dei loro piani dipende dal ricevimento dei nuovi documenti. Sebbene tutti i paesi della regione, ad eccezione del nostro vicino meridionale, consentano l’ingresso con la carta d’identità, gli operatori del turismo affermano che c’è meno interesse per le vacanze in Albania o Montenegro. Nel corso degli anni, la Croazia è stata descritta come una destinazione costosa e lussuosa, non alla portata di tutti.

Le agenzie "Sloboden Pechat" informano che i viaggi per i tre ponti - 8 marzo, Primo Maggio e vacanze di Pasqua - sono andati malissimo, per cui per giugno si punta all'ultimo biglietto - massimo sconto all'ultimo momento. Migliaia di cittadini non potranno viaggiare fuori dal Paese dopo il 12 febbraio, perché non hanno cambiato i loro documenti personali, cioè passaporti e carte d'identità con la nuova denominazione costituzionale.

– I tour del Primo Maggio e di Pasqua quasi non hanno avuto luogo, e ora anche i primi preparativi pre-campionato per la Grecia sono vuoti. La gente è indignata e stiamo perdendo soldi con gli appartamenti prenotati in anticipo. Il vicino meridionale non ci accetta senza nuovi passaporti e ci sono pochi cittadini di questo tipo. Soprattutto i pensionati non possono trascorrere le loro vacanze a un prezzo più basso - dicono in un'agenzia di Skopje.

Jakim Malenko dell'agenzia "Vispoj" di Ohrid rivela al nostro giornale che le cose si stanno lentamente sistemando, ma giugno sarà debole, non solo a causa del problema del passaporto, ma anche a causa delle cattive condizioni meteorologiche.

- Giugno è tradizionalmente un po' più debole, quindi l'interesse si sposta ad agosto e settembre, ma in questo caso gli accordi sono molto più costosi. Anche i paesi limitrofi come Albania e Montenegro consentono l’ingresso con la carta d’identità, ma l’interesse è molto più debole. Soprattutto l’Albania, verso la quale negli anni sempre più persone si interessano, anche se quella destinazione non è più così economica come prima. Ma i cittadini sono abituati alla Grecia, è vicina e offre condizioni molto favorevoli per le vacanze - aggiunge Malenko per "Sloboden Pechat".

In questo periodo sono numerose le promozioni e le offerte per prenotazioni anticipate per le vacanze estive condizionate al versamento di una caparra non rimborsabile.

- Influenzati dall'incertezza infinita, i viaggiatori non sono disposti a rischiare di pagare un accordo e di non poter viaggiare a causa della situazione dei passaporti. È un colpo diretto al numero di prenotazioni in questo periodo, che è diminuito rispetto allo scorso anno. Di conseguenza, i passeggeri stessi sono in perdita e perdono offerte solide, che in luglio, agosto e settembre sono superiori al 30-50% - aggiungono un'altra agenzia di Skopje.

Secondo Doncho Natsev di "Arbo Travel", il turismo si trova per la seconda volta in meno di quattro anni ad affrontare una crisi operativa.

- Speravamo solo di uscire dalle perdite subite durante la crisi dovuta al covid-19 e ci si è aperta l'opportunità di combattere la concorrenza, ora ci troviamo di fronte a una nuova, che lo Stato ci ha creato modificando la documenti di viaggio e targhe con il nuovo nome dello Stato - ha detto recentemente Nacev.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno