Due britannici e un marocchino stanno preparando un ricorso contro la sentenza del tribunale DNR

Combattimenti nel nord di Donetsk EPA-EFE / ZURAB KURTSIKIDZE

Due britannici e un marocchino che sono stati catturati mentre combattevano dalla parte ucraina e condannati a morte in un tribunale dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DNR) si stanno preparando a presentare ricorso, ha affermato oggi uno dei loro avvocati.

Il tribunale del DNR ha ritenuto gli inglesi, Aiden Aslin e Sean Piner, e il marocchino, Brahim Sadun, colpevoli di "attività mercenarie e azioni volte a prendere il potere e rovesciare l'ordine costituzionale del DNR".

Le autorità britanniche hanno precedentemente affermato che i suoi cittadini erano soldati regolari e che, secondo la Convenzione di Ginevra, dovrebbero essere esentati dal procedimento penale per aver preso parte alle ostilità.

Video del giorno