L'anno prossimo non ci saranno più piloti antincendio, due su tre nella Direzione Protezione e Soccorso andranno in pensione

Aerei in azione/ Foto: Direzione per la protezione e il salvataggio

C'è un crescente interesse per la professione di pilota, ma gli studenti stanno imparando a pilotare aerei commerciali o per se stessi.

La Direzione per la Protezione e il Soccorso (DZS) dispone di tre aerei, tre piloti e sei meccanici. L'anno prossimo due piloti andranno in pensione e il loro posto vuoto difficilmente verrà riempito. E ora, dicono nella SSO, il numero di piloti non è sufficiente, e cosa sarà fatto quando quelli che li hanno andranno in pensione, per ora non hanno una risposta.

– Il numero di piloti non è soddisfacente e il numero di meccanici è soddisfacente. L'anno prossimo, a febbraio, due piloti andranno in pensione. È molto difficile trovare un pilota per lavoro, non c'è interesse tra i giovani piloti a causa dei salari bassi rispetto al resto del personale dell'aviazione - ha detto la SSO a "Sloboden Pechat".

La licenza di pilota viene rilasciata dall'Agenzia per l'aviazione civile (CAA) dopo aver soddisfatto i requisiti di base dei candidati e dopo aver completato con successo la formazione.

– Il numero di persone che sono in fase di formazione nelle scuole, cioè negli organismi di formazione, varia a seconda del tipo di aeromobile per il quale vengono addestrate. Il progresso della formazione dipende individualmente da ciascun candidato. Finora nel 2023, 5 persone hanno ottenuto la licenza di pilota, vale a dire: una per pilota di mongolfiera, tre per licenza di pilota privato, una per licenza di pilota commerciale. Nel 2022, un totale di 8 persone hanno ottenuto la licenza di pilota, ovvero una di pilota di aliante, una di pilota privato, 6 di pilota commerciale (1 di aereo e 5 di elicottero) - hanno riferito alla "Free Press "della CAA.

Da lì dicono che al momento ci sono più studenti in fase di formazione nelle scuole macedoni autorizzate.

- È un buon segno dopo diversi anni di stagnazione e di interesse dei candidati, in parte causati dal covid-19. Oltre alle organizzazioni sul territorio dello Stato, i candidati decidono di svolgere la formazione di pilota d'aereo all'estero, principalmente negli Stati membri dell'UE, per motivi personali e perché con un permesso rilasciato negli Stati membri dell'UE possono candidarsi più facilmente per un lavoro professionale come pilota - spiega CAA.

Tuttavia, nonostante il fatto che il pilotaggio stia diventando sempre più interessante come professione, i futuri piloti non mostrano interesse a finire in un'istituzione statale. Ciò è confermato anche dall'Aeroclub "Skopje", dove si svolgono gli allenamenti.

- Al momento abbiamo quattro studenti piloti. Ne ha già programmati di nuovi per le date seguenti. In effetti, l'interesse c'è e la capacità è costantemente piena. Ci sono due categorie di persone, una sono i giovani che vogliono diventare piloti e poi sviluppare la loro carriera e il loro obiettivo è diventare piloti di aerei commerciali, e l'altro gruppo sono persone che hanno già realizzato la loro carriera e ora vogliono imparare a essere un pilota per poter volare da solo - dice Jane Stefanov dell'Aeroclub "Skopje".

La CAA ha anche spiegato la procedura per diventare pilota. Per gli aerei leggeri, alianti e mongolfiere può essere sostenuto all'età di 16 anni, per un pilota privato all'età di 17 anni, per un pilota commerciale all'età di 18 anni e per un pilota di traffico all'età di 21 anni.

– I piloti frequentano innanzitutto l'addestramento presso scuole/organizzazioni di addestramento approvate per l'aeromobile appropriato (aereo, elicottero, parapendio, aquilone). Dopo aver completato un corso o una formazione teorica, sostengono un esame in scuole/organizzazioni approvate e continuano con la formazione pratica per il tipo di aeromobile in questione. Dopo aver completato la formazione pratica, la scuola/organizzazione conduce un esame per la parte pratica. Dopo aver completato con successo la formazione, la scuola/organizzazione emette una raccomandazione per sostenere l'esame davanti alle autorità aeronautiche. Per ottenere la licenza di pilota, il candidato deve possedere i requisiti fondamentali (età minima - diversa per ogni tipologia di licenza con cui si ottiene), certificato medico valido (classe adeguata alla tipologia di licenza di pilota), adeguata conoscenza dell'inglese aeronautico con un certificato di un'organizzazione/centro approvato. Oltre ai requisiti di base, dovrà aver superato con successo tutte le materie teoriche, rilevanti per il tipo di licenza acquisita, e quelle davanti all'organismo competente, l'Agenzia per l'aviazione civile. Dopo gli esami teorici e una raccomandazione da parte della scuola/organizzazione in cui è stato formato, il candidato sostiene un esame pratico (sull'aereo appropriato su cui è stato effettuato l'addestramento. L'esame pratico è condotto da esaminatori nominati e approvati presso la CAA - ha spiegato la CAA.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno