Dodik è su una strada pericolosa, gli Stati Uniti non osserveranno con calma le azioni che minacciano la Bosnia-Erzegovina, ha avvertito l'ambasciata a Sarajevo

Milorad Dodik AP Photo/Armin Durgut

L'ambasciata americana in Bosnia ed Erzegovina ha avvertito il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik e tutti i politici che lo seguono che si trovano su una strada pericolosa quando sostengono la "disintegrazione pacifica", sottolineando che gli Stati Uniti non rimarranno a guardare con azioni che minacciano la Bosnia e l'Erzegovina. Erzegovina come Stato.

Su iniziativa di Dodik, il governo della Republika Srpska giovedì, prima della discussione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha deciso che entro 30 giorni preparerà un documento con cui proporrà la "dissociazione" alla Federazione di Bosnia ed Erzegovina, cioè . porre fine all'esistenza della Bosnia-Erzegovina come stabilito dall'accordo di Dayton.

Gli Stati Uniti sono stati tra i più forti sostenitori della risoluzione dell'ONU sul genocidio di Srebrenica, e l'ambasciata americana a Sarajevo ha dichiarato oggi che Dodik e il governo della RS hanno cercato di spiegare l'impossibilità di sopravvivenza della RS con un "mucchio di bugie e disinformazione". " ideato per intimidire i cittadini della RS al fine di seguirli in quel pericoloso percorso.

I fatti sono semplici e chiari. Non esiste alcuna cospirazione internazionale per abolire la RS, e Dodik non può individuare una sola dichiarazione di alcun funzionario statunitense che chieda l'abolizione della RS, afferma la dichiarazione.

L'ambasciata americana ha anche ricordato che la Bosnia-Erzegovina non è l'unione di due entità, come spesso interpreta Dodik, ma è lo stato successore dell'ex Repubblica della BiH.

La Costituzione della Bosnia-Erzegovina, come hanno sottolineato, non garantisce il diritto di secessione o di "dissociazione" né ai sudditi né a qualsiasi unità amministrativa inferiore. La RS può esistere solo all'interno della BiH, quindi la secessione o "unificazione" della RS non significa l'indipendenza di quell'entità o la fine della BiH, ma la fine della RS.

È un’azione pericolosa, irresponsabile, anti-Dayton, che mette a rischio l’integrità territoriale, la sovranità e il carattere multietnico della Bosnia-Erzegovina. E questi sono gli interessi chiave degli Stati Uniti. Gli Stati Uniti li difenderanno e li proteggeranno, tra le altre cose, ritenendo responsabili coloro che li mettono a rischio", ha affermato l'ambasciata americana in una nota.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno