Una richiesta di revoca del difensore civico è stata inviata al parlamento serbo

Archivio fotografico della Coppa del Mondo

Al Parlamento serbo è stata inviata una richiesta per la destituzione del difensore civico Zoran Pašalić, accusato da un gruppo di dipendenti dell'istituto statale per la protezione dei cittadini di mobbing, violazione della legge e comportamento indecente, hanno riferito oggi i media belgradesi. .

Nella lettera si sostiene che con Pasalic al timone l'istituzione è ferma e lo accusa di abuso d'ufficio, ma lui si rifiuta di commentare. Pašalić, ex capo dell'Alta Corte dei reati e poi presidente della Corte d'appello per i reati minori, è stato eletto difensore civico nel parlamento serbo nel 2017 su proposta del Partito progressista serbo al governo e dei suoi partner di coalizione, ed è stato rieletto nel 2023 per un nuovo mandato di otto anni.

Nella lettera alla quale ha avuto accesso TV H1, i rappresentanti sono invitati a "verificare le accuse e ad avviare una procedura per il licenziamento del protettore dei cittadini Zoran Pašalić" e "a negargli la legittimità" in quanto "illegale, poco professionale, negligente e indegno".

Si aggiunge che si tratta di "comportamento armato, incline all'alcool, lavoro basato sulla falsificazione, spesa illegale dei fondi di bilancio, minacce, umiliazioni e insulti alle donne", e che Pašalić "si nasconde dietro i doveri dei cittadini Protettore".

Non è la prima volta che i dipendenti dell'ufficio del Mediatore si rivolgono al direttore di tale istituzione.

Nel 2021, Pašalić è stata pubblicamente accusata di abuso d'ufficio da un dipendente di lunga data dell'istituzione del Difensore civico, ma presto si è ritirata dopo aver perso la causa in tribunale.

Il pubblico esperto rileva inoltre che Pašalić non si è espresso o non ha agito in molti casi in cui si era capito che l'ufficio del difensore civico aveva reagito oppure che lo aveva fatto sotto la pressione dei media.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno