Oggi si festeggia sant'Epifanio, Vescovo di Cipro

Foto: Sant'Epifanio, vescovo di Cipro

Nacque ebreo, ma quando vide la potenza della fede di Cristo fu battezzato insieme a sua sorella Kalitropia. All'età di ventisei anni divenne monaco nel monastero di Sant'Ilario. In seguito fondò un monastero separato, da dove divenne famoso in tutta la Palestina e in tutto l'Egitto per il suo ascetismo, saggezza spirituale e miracoli. Fuggendo dalla gloria umana, fuggì in Egitto. Lungo la strada incontrò il grande Pafnuzio, che profetizzò che sarebbe stato gerarca nell'isola di Cipro. E infatti, dopo molti anni, per la provvidenza di Dio, Epifanio giunse a Cipro, dove fu improvvisamente eletto vescovo nella città di Salamina, e come vescovo governò la Chiesa di Dio per cinquantacinque anni. Ha vissuto sulla terra tutti i centoquindici anni ed è morto da questa vita per vivere per sempre nel Regno di Cristo. Prima della sua morte fu convocato a Costantinopoli dall'imperatore Arcadio e da sua moglie Eudossia, ad un consiglio di vescovi che doveva, secondo il desiderio dell'imperatore e dell'imperatrice, condannare san Giovanni Crisostomo. I cittadini udirono, udirono Crisostomo, come se Epifanio avesse concordato con l'imperatore contro Crisostomo. Per questo Crisostomo gli scrisse una lettera: “Frate Epifanio, ho sentito che avevi consigliato di perseguitare l'imperatore. "Sappi che non vedrai più il tuo trono." Epifanio gli scrisse: "Sofferente Giovanni, resisti agli insulti, sappi che anche tu non raggiungerai il luogo dove sei perseguitato". Entrambe le sante profezie si avverarono presto: non volendo essere d'accordo con l'imperatore sulla persecuzione di Crisostomo, Epifanio salì segretamente a bordo di una nave e salpò per Cipro e morì sulla nave, e Crisostomo fu espulso dall'imperatore in Armenia e lui si diresse verso Armenia. Sant'Epifanio morì nel 403. La più famosa delle sue numerose opere è "L'Arca" (in greco "Panarion"), in cui sono esposte e confutate ottanta eresie.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno