Marilyn Monroe è stata uccisa dalla CIA perché "sapeva troppo"?

Marilyn Monroe
Marilyn Monroe / Foto: Profimedia

Il leggendario Marilyn Monroe era un simbolo degli anni '50 e la sua morte sembra essere rimasta un mistero eterno. Marilyn morì il 4 agosto, fu trovata morta nella sua casa di Los Angeles il 5 agosto 1962. L'inchiesta ha confermato che si trattava di un'overdose.

Ma sorprendentemente, l'indagine non è riuscita a trovare alcun biglietto d'addio nella sua casa, portando molti a credere che l'attrice sia stata effettivamente uccisa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marilyn Monroe (@marilynmonroe)

Monroe avrebbe avuto una relazione romantica con il presidente John F. Kennedy. Sebbene entrambi abbiano avuto avventure casuali, non c'è mai stata alcuna prova che suggerisse che la loro relazione fosse seria. A causa della sua stretta associazione con Kennedy, Monroe era anche al corrente di molti segreti di stato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marilyn Monroe (@marilynmonroe)

Nel documentario del 2017 Unacknowledged, il Dr Stefano Greer afferma di aver ricevuto una trascrizione riservata di una conversazione telefonica tra Marilyn Monroe e l'ex procuratore generale Roberto Kennedy. Questa telefonata sarebbe stata fatta solo due giorni prima della morte dell'attrice Monroe!

Durante questo periodo, Marilyn è stata anche intercettata da funzionari del governo per assicurarsi che l'attrice non stesse rivelando alcun segreto!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marilyn Monroe (@marilynmonroe)

Nel documentario, Greer afferma che Monroe è stata uccisa dalla CIA perché si stava preparando a rivelare dettagli su alcuni "segreti di stato".

"E 'stata una situazione tragica perché era un'attrice che non capiva la sicurezza nazionale e la malvagità di coloro che vogliono mantenere questo tipo di segreti", ha detto Greer.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marilyn Monroe (@marilynmonroe)

Nel 1964, nell'opuscolo dell'attivista anticomunista Frank A. Cappella "La strana morte di Marilyn Monroe" afferma che dietro la misteriosa morte dell'attrice c'è in realtà una cospirazione comunista.

Secondo Capel, Marilyn Monroe ha minacciato di provocare uno scandalo che potrebbe "distorcere l'immagine" della famiglia Kennedy, motivo per cui all'attrice è stato ordinato di essere discretamente uccisa.

Video del giorno