Dacic ha valutato "impertinente" la dichiarazione di Osmani secondo cui la Macedonia sarà co-sponsor della risoluzione sul genocidio di Sreberenica

La dichiarazione fatta oggi dal ministro degli Esteri Bujar Osmani, secondo cui il Paese sarà uno dei co-sponsor della risoluzione sul genocidio di Srebrenica, il capo della diplomazia serba Ivica Dacic l'ha considerata presuntuosa e ha chiesto a Osmani se vuole presentare insieme alla Serbia una risoluzione sul genocidio dei serbi a Jasenovac.

"È il cinismo che esiste nelle nostre zone, che è importante condurre una politica antiserba e, oltre a tutto ciò, ci invitano a parteciparvi. Dobbiamo stare dalla parte dei nazisti per essere rispettati", ha detto Dacic alla TV B92.

Oggi a Skopje Osmani ha affermato che la Macedonia del Nord è uno dei co-sponsor della risoluzione che chiede di dichiarare l'11 luglio Giornata internazionale in memoria delle vittime del genocidio di Srebrenica. Osmani ha invitato gli Stati membri dell'ONU, e in particolare la Serbia, a sostenere questa risoluzione.

Per quanto riguarda la risoluzione sul genocidio di Srebrenica, che dovrebbe essere presentata all'Assemblea generale dell'ONU il 2 maggio, Dacic ha detto che proporranno il documento a quelli che ha definito i paesi più genocidi.

"Perché non c'è una soluzione per il genocidio tedesco contro i serbi o per il genocidio turco contro gli armeni o contro i serbi nello Stato indipendente di Croazia", ​​ha detto Dacic, affermando che "la Germania, i Paesi Bassi e il Belgio hanno commesso un genocidio contro milioni di persone in Africa."

Dacic ha detto che gli autori del crimine di Srebrenica dovrebbero risponderne, ma che per la Serbia è inaccettabile che le uniche vittime della guerra siano i musulmani.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno