I partner del governo bulgaro hanno discusso la questione macedone per tre ore

Foto: BTA / RFE-RL

I partner della coalizione di governo in Bulgaria si sono incontrati per più di tre ore stasera in un consiglio straordinario incentrato sulle relazioni con la Repubblica della Macedonia del Nord. Il capo del gabinetto politico del primo ministro Kiril Petkov, Lena Borislava, al termine della sessione, ha affermato che la coalizione ha avuto un dialogo costruttivo su questo argomento che, a suo avviso, è estremamente importante per la società bulgara.

- Abbiamo convenuto che la cosa più importante per noi è avere un ampio accordo sul tema della Repubblica della Macedonia del Nord, che ha confermato la promessa che abbiamo fatto all'intera coalizione che questo tema passerà necessariamente attraverso l'Assemblea nazionale. Fino ad allora, lasceremo i diplomatici al Ministero degli Affari Esteri a continuare il loro lavoro. Stanno lavorando attivamente e cercando di proteggere gli interessi bulgari, ha detto Borislavava.

La riunione del Consiglio dei ministri si è svolta questa sera dopo la convocazione del primo ministro Kiril Petkov per la convocazione del Consiglio consultivo per la sicurezza nazionale sullo stato dei negoziati con Skopje.

Il presidente bulgaro Rumen Radev all'inizio di oggi, commentando la riunione dei partner della coalizione del governo, ha affermato che gli incontri non sono così importanti, ma i risultati sono importanti e che si aspetta che il Consiglio di coalizione stasera segua le posizioni di consenso e le proposte del Consiglio consultivo per la sicurezza nazionale , per difendere l'interesse bulgaro e rispettare i criteri di adesione a Copenaghen che si basano in modo molto preciso sui diritti umani e sulla non discriminazione.

"Se tutto ciò dovesse accadere, faremo del nostro meglio per aiutare l'RS Macedonia ad andare in questo modo", ha detto Radev.

Ha anche commentato l'insistenza del primo ministro Kiril Petkov di convocare il Consiglio per la Repubblica della Macedonia del Nord.

"Spero che, data l'attenzione del governo sulla politica estera, non perda di vista la grave crisi sociale ed economica del Paese". "Non vedo l'ora che questo impulso e questa energia che vengono investiti per risolvere i problemi della RS Macedonia sulla strada verso l'Europa, siano applicati né meno né più per risolvere i problemi dei cittadini bulgari", ha affermato il capo di stato bulgaro .

Video del giorno