L'opposizione bulgara propone al Parlamento di approvare il progetto di quadro negoziale per S. Macedonia e Albania

Assemblea nazionale della Repubblica di Bulgaria / Foto: Archivio stampa gratuito

Il partito politico bulgaro DPS ha presentato all'Assemblea nazionale una proposta di approvazione del progetto di quadro negoziale per l'adesione della Repubblica della Macedonia del Nord e dell'Albania all'UE, proposta dalla Presidenza francese. Lo ha annunciato il leader del movimento Mustafa Karaday, dopo il voto di sfiducia del Consiglio dei Ministri del Kiril Petkov.

- Perché l'abbiamo fatto - un anno fa questi ministri, le cui dimissioni abbiamo accettato tempo fa, e sei mesi questo gabinetto, il cui voto di sfiducia, non ha fatto nulla in questa direzione. "Possiamo dire che stavano cercando di ostacolare quel processo dicendo una cosa a Bruxelles e un'altra in Bulgaria, è come una bugia", ha detto Karadaj.

In una dichiarazione della tribuna parlamentare, il presidente del gruppo parlamentare GERB, Desislava Atanasova, ha affermato che la coalizione GERB-SDS è pronta anche con una proposta di progetto per l'approvazione del quadro negoziale con la Repubblica della Macedonia del Nord, che sarà una garanzia per la tutela degli interessi nazionali della Bulgaria e della Bulgaria.

Ha invitato tutte le parti a sostenere l'iniziativa. Il partito chiede inoltre che il dimissionario primo ministro Kiril Petkov e il suo governo approvino immediatamente il protocollo bilaterale.

Atanasova ha ricordato che il leader del GERB e il gruppo parlamentare hanno espresso chiaramente la loro posizione sulla proposta francese per la Macedonia del Nord.

- Questa è la migliore proposta ricevuta finora. Sono necessarie diverse correzioni per adattarlo, secondo GERB.

Il gruppo lo sottolinea Kiril Petkov non è mai riuscito a preparare una proposta bulgara per il caso e ha nascosto e perseguito una doppia politica estera.

In precedenza parlamentari bulgari Hanno votato sfiducia al governo del primo ministro in carica Kiril Petkov. Un totale di 123 parlamentari di GERB-SDS, ITN, DPS e Rebirth hanno votato per la prima volta "a favore" della rimozione del gabinetto - 116 di "Continuiamo con il cambiamento", erano "contro" così come il BSP e Bulgaria democratica.

Video del giorno