I bulgari nella Costituzione e il presidente da eleggere nell'Assemblea, chiede Taravari

arben taravari
Arben Taravari / Foto: Free Press Archive

Il partito Alleanza per gli Albanesi informa l'opinione pubblica attraverso un comunicato che il presidente, dottor Arben Taravari, ha tenuto una conferenza stampa straordinaria a Tetovo. Taravari sottolinea che ci sono due obiettivi per le prossime elezioni del presidente del paese e ritiene che in futuro l'elezione del presidente dovrà avvenire nell'Assemblea.

"Sono arrivato a questa partita con obiettivi più grandi. Il mio obiettivo e quello dei miei partner è duplice: in primo luogo, intendiamo che per la prima volta il candidato albanese partecipi al secondo turno delle elezioni presidenziali, e in secondo luogo, vogliamo aprire il grande dibattito sulla posizione del presidente nella nostra politica sistema. Come è noto, la Macedonia del Nord è una repubblica parlamentare, non una repubblica presidenziale o semipresidenziale. Inoltre, tutto il nostro sistema politico e costituzionale è costruito sul modello della democrazia consensuale tra le due nazionalità più grandi, e ciò è sancito dall’introduzione dell’Accordo di Ohrid nella Costituzione", sottolinea Taravari.

Poi afferma che la sua piattaforma presidenziale sarà costruita attorno al rafforzamento della democrazia consensuale, sulla falsariga del pensiero di Arben Xhaferi.

"I miei partner ed io miriamo a che la futura apertura della Costituzione includa tre elementi: l'inclusione dei bulgari e delle altre minoranze nella Costituzione, in secondo luogo, la rimozione del 20% che definisce la lingua albanese, in terzo luogo, l'elezione del presidente dovrebbe essere fatto in Assemblea e non più attraverso le elezioni. Questa è la grande novità. In questo modo, in futuro, le forze politiche che rappresentano insieme le due maggiori nazionalità in Parlamento decideranno la distribuzione delle tre più alte funzioni statali", sottolinea Taravari.

Ha chiesto l'appoggio degli albanesi e della DUI.

"Chiedo agli albanesi e alla DUI, che ancora esita su per chi candidarsi e che in passato ha anche sostenuto, citando il consenso, un candidato macedone alla presidenza, di sostenere la mia visione e la mia candidatura. Ora abbiamo l’opportunità di rafforzare insieme la democrazia consensuale in modo costituzionale. Ora possiamo garantire che una delle tre principali funzioni statali andrà automaticamente agli albanesi, in quanto seconda nazione maggioritaria in Macedonia", si legge nella dichiarazione di Taravari, trasmessa dal suo gabinetto.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno