Un inseguimento a Skopje su cui si indagherà: Il figlio di un funzionario del ministero dell'Interno è stato inseguito dalla polizia per via di "lampeggiatori", ecco cosa hanno scoperto

foto del radar di controllo della polizia mia

Un vero e proprio dramma è stato creato venerdì dal figlio di un funzionario del ministero dell'Interno che ha usato abusivamente i lampeggiatori ed è scappato da una pattuglia della polizia che ha cercato di fermare il mezzo. Dopo essere riusciti a fermarlo, dopo l'identificazione, gli agenti di polizia lo hanno lasciato andare, sostenendo che si trattava di un'auto ufficiale del Servizio Affari Generali e Comuni, nonostante si trattasse di un veicolo privato, riferisce Telma affermando che il Ministero dell'Interno sta indagando su questo caso.

Secondo Thelma si tratta di K.B., figlio del viceministro al ministero dell'Interno tra i ranghi di DUI, la cui Audi scura con lampeggianti è stata notata da una pattuglia della polizia in poltrona che si muoveva più velocemente di quanto consentito, dopodiché hanno lo raggiunse e gli chiese di fermarsi.

Secondo le norme di legge, esiste un materiale audio registrato, cioè radiofonico, per l'arresto del ragazzo la comunicazione degli agenti di polizia e della sede della SVR Skopje, che sarebbe stata utilizzata come prova dell'incidente.
In caso contrario, secondo quanto risulta a Thelma, il veicolo guidato dal figlio di un funzionario del ministero dell'Interno aveva i lampeggiatori installati illegalmente ed era stato noleggiato come veicolo di sicurezza per una fabbrica di marijuana.

Secondo la televisione, lo stesso veicolo è stato multato più volte per violazioni del codice della strada, e una volta il veicolo è stato addirittura abbassato da un ragno quando era parcheggiato illegalmente.

E queste accuse sono oggetto di indagine da parte del ministero dell'Interno, da dove si afferma che se si stabilirà che la condotta della polizia è contraria alla legge, gli agenti di polizia saranno sanzionati.

Video del giorno