Gli inglesi stimano che a febbraio sia morto il maggior numero di soldati russi dall'inizio della guerra in Ucraina

Addestramento delle reclute russe con Kalashnikov/Foto: Screenshot/Twitter

A febbraio, secondo le ultime stime britanniche, è stato ucciso o ferito il maggior numero di soldati russi al giorno dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, più di due anni fa.

Il Ministero della Difesa britannico, nel suo ultimo rapporto quotidiano di intelligence sulla guerra in Ucraina, pubblicato oggi, stima a 983 il bilancio giornaliero delle vittime dei soldati russi nel mese di febbraio.

Il rapporto afferma che finora sono stati uccisi o feriti un totale di oltre 355.000 soldati russi.

"Sebbene costoso in termini di perdite di vite umane, il risultato ha aumentato la pressione sulle posizioni ucraine in prima linea", ha affermato il Ministero della Difesa britannico.

Il ministero di Londra aggiorna quotidianamente i dati sulla guerra dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio 2022.

Mosca accusa la Gran Bretagna di diffondere disinformazione.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno