Il Brasile invia truppe al confine con il Venezuela: cresce il timore di un nuovo conflitto

Esercito brasiliano / Foto EPA-EFE/ANDRE BORGES

Il Brasile ha annunciato che schiererà truppe lungo il confine con il Venezuela dopo che il governo venezuelano lo aveva annunciato prevede di incorporare il territorio controllata dalla Guyana nel suo territorio. La regione dell’Essequibo, ricca di petrolio, è stata contesa fin dal XIX secolo, quando la Guyana era una colonia britannica.

Il Venezuela ha rinnovato le sue rivendicazioni sul territorio dopo che alcuni anni fa sono state scoperte riserve offshore di petrolio e gas. Sale la tensione dopo il referendum di domenica in Venezuela. Si dice che più del 95 per cento degli elettori sostengano la rivendicazione del governo su Essequibo Bi-Bi-Si.

Il leader venezuelano Nicolás Maduro ha chiesto alla compagnia petrolifera statale di rilasciare permessi per sfruttare l’area e ha proposto che l’Assemblea nazionale approvi una legge che renda l’area parte del Venezuela. Con tali mosse ha suscitato preoccupazione in tutta la regione.

Mentre la Guyana ha le proprie truppe in attesa, l'esercito brasiliano ha detto che starebbe spostando altre truppe nella città di confine di Boa Vista, la capitale dello stato di Roraima, oltre a portare ulteriori veicoli militari. Tuttavia, qualsiasi incursione militare da parte del Venezuela rappresenterebbe una sfida logistica poiché le truppe venezuelane dovrebbero passare attraverso il territorio brasiliano a causa del terreno difficile altrove.

Secondo l'agenzia di stampa AFP, l'esercito brasiliano ha affermato che sta rafforzando la sua presenza nella regione come parte degli sforzi per "garantire l'inviolabilità del territorio". Un elicottero militare della Guyana che trasportava sette persone è stato dato per disperso vicino al confine con il Venezuela. Tuttavia, il capo di stato maggiore della Guyana, Omar Khan, ha affermato che "non c'erano informazioni che suggerissero che il Venezuela fosse coinvolto".

Il Venezuela ha votato per impadronirsi di due terzi del territorio della vicina Guyana

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno